Lazio-Roma, Di Francesco: “Il rigore ci ha tagliato le gambe”

Lazio Roma conferenza Di Francesco
(Photo by Paolo Bruno/Getty Images)
Frosinone Roma conferenza Di Francesco
AS Rome’s Italian coach Eusebio Di Francesco looks on during a press conference on the eve of the UEFA Champions League group G football match between AS Roma and FC Viktoria Plzen on October 1, 2018 in Rome. (Photo by Andreas SOLARO / AFP) (Photo credit should read ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

LAZIO ROMA 3-0 LE PAROLE DEI TECNICI – Intervistato ai microfoni di Dazn, Eusebio Di Francesco, tecnico della Roma, ha parlato della sconfitta contro la Lazio nel Derby della Capitale: “Sicuramente abbiamo sbagliato l’approccio nel primo tempo, c’è stata la reazione nella ripresa e abbiamo avuto diverse possibilità per pareggiare. Il rigore ci ha tagliato le gambe”.

LEGGI ANCHE: Lazio-Roma, Inzaghi: “Serata speciale che resterà nella nostra storia”

Lazio-Roma, Di Francesco: “Su fallo laterale non si può prendere gol internamente”

L’allenatore giallorosso ha quindi proseguito sugli errori che si susseguono: “È una grande verità, su fallo laterale non si può prendere gol internamente. Anche il secondo gol è arrivato su una rimessa, con troppa facilità. Capita un po’ a tutti, commettiamo troppi errori. Anche nel secondo tempo abbiamo creato occasioni di manovra migliore, ma non sempre si riesce. È un dato di fatto, abbiamo anche lavorato su queste situazioni, ma si vede che mentalmente gira in un certo modo. Dobbiamo cercare di migliorare, l’approccio non positivo ha determinato le sorti della partita. Il 3-0 è un risultato troppo pesante per quello che si era visto durante la gara”.

LEGGI ANCHE: Pagelle Lazio-Roma 3-0, highlights e tabellino del match – VIDEO

Lazio-Roma, Di Francesco: “Il derby non si lega al Porto e alla Champions”

Di Francesco ha infine detto la sua sul presunto maggiore interesse della squadra per la Champions League: “Non si può sottovalutare un derby, assolutamente. Non ci sta e non ci sto, non è una cosa che si lega al Porto e alla Champions. Inevitabilmente succedono cose che si sono ripetute troppo volte, forse non basta lavorare dal punto di vista mentale. In campionato arrivavamo da otto partite positive consecutive, non ci voleva questa prestazione nel derby”.