Genoa-Torino, Mazzarri: “Dare soddisfazione ad una piazza gloriosa”

Genoa Torino Mazzarri
(Photo by Paolo Rattini/Getty Images)
Genoa Torino Mazzarri
(Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

GENOA TORINO MAZZARRI: Il Torino espugna Marassi battendo il Genoa per 1 a 0 e fa un passo avanti verso un posto in Europa grazie anche alla sconfitta della lazio in casa col Chievo. La prossima settimana dovrà sfidare il Milan. Quello odierno era uno scontro ‘incrociato’ salvezza-Europa.

-> LEGGI ANCHE: Pagelle Genoa-Torino 0-1 voti, tabellino e highlights del match – VIDEO

La sfida di Marassi

La sfida metteva infatti in palio punti pesanti per il Genoa, che puntava a tenere a debita distanza l’Empoli, terzultimo in classifica, distanza immutata per la sconfitta dei toscani in casa con la Spal, e il Torino che voleva recuperare terreno nella corsa ai piani alti della classifica. Dopo un primo tempo incolore, con poche occasioni da entrambe le parti a causa del timore delle due formazioni di esporsi troppo, il gol arriva all’avvio di ripresa ed e’ degli ospiti. Il Genoa perde palla per un calcio di punizione battuto male, e i granata partono veloci in contropiede con Berenguer che serve l’accorrente Ansaldi che di destro insacca sotto la traversa. Il resto dell’incontro rimane emozionate, con i rossoblu’ che puntano soprattutto sugli spunti di Lapadula, ma i granata controllano e portano a casa tre punti importantissimi.

Genoa Torino Mazzarri a Sky Sport

Walter Mazzarri, allenatore del Torino, ha parlato così ai microfoni di Sky Sport nel post partita: “Prandelli non è uno di primo pelo, è uno che sa mettere la squadra in campo, ci pressavano e ci davano fastidio. Nel primo tempo non eravamo noi, mi sono arrabbiato tanto al 45′, avevamo un po’ di giocatori acciaccati, poi ci siamo dati una scrollata, ci siamo guardati in faccia ed anche per orgoglio abbiamo reagito. Nel secondo tempo si è giocato meglio e concesso poco, abbiamo fatto meglio dal punto di vista del gioco”. Una battuta su Sirugu “Ha fatto una parata da fuoriclasse, non ci sono fuoriclasse in avanti ma anche dietro. Lui in questo momento è arrivato al top della maturazione, è uno dei migliori portiere in Italia”. Ora testa al Milan. “Noi siamo la rivelazione del campionato, stiamo facendo cose straordinarie ed abbiamo tutto da guadagnare. Nel Milan ci sono giocatori di altissimo livello, è una squadra forte ed in questo momento dobbiamo affrontarlo con organizzazione e spensieratezza. Oggi è stato tutto molto bello, i nostri tifosi cantavano e sembrava si giocasse in casa. E’ bello dare soddisfazione a questa piazza gloriosa, ci sono cinque finale e vediamo cosa succede”.

Giovanni Cardarello