Italia, l’annuncio di Roberto Mancini: svelato il futuro

Italia, Mancini in panchina
Mancini (GettyImages)

Il ct dell’Italia Roberto Mancini ha parlato del suo futuro a Tiki Taka, lascerà la guida della Nazionale dopo i Mondiali 2022

Roberto Mancini lascerà l’Italia dopo il Mondiale del 2022. Ad annunciarlo è stato lo stesso ct di Jesi durante l’intervento a “Tiki Taka – La Repubblica del pallone”, talk show di Italia 1 condotto da Piero Chiambretti.

Mancini ha naturalmente precisato un passaggio doveroso: “Prima di parlare di Mondiali dobbiamo qualificarci, sappiamo tutti com’è finita l’ultima volta. Non è mai facile raggiungere queste competizioni. Prima di allora comunque prenderemo parte a due manifestazioni avvincenti, Europeo e Nations League in casa”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Mancini Italia Mondiali
Roberto Mancini (GettyImages)

Mancini a Tiki Taka: “Lascio l’Italia, tornerò a guidare un club”

Il commissario tecnico azzurro è intervenuto su diversi argomenti ma ha parlato approfonditamente del suo rapporto con l’Italia. Mancini ha ammesso di soffrire la mancanza di un calendario fitto: “Si giocano poche partite e può capitare di annoiarsi trascorrendo così tanto tempo a casa. Occupare la panchina della Nazionale è un grande onore, specie adesso che la squadra è tornata a essere competitiva. Eravamo scesi addirittura fino al 21esimo posto nel Ranking mondiale, in questo momento invece occupiamo la decima posizione. E in quello europeo siamo invece sesti. Ora sono concentrato sulle prossime competizioni ma sicuramente dopo tornerò a guidare un club”.

Il toto nomi, dunque, è destinato a scattare nel giro di un amen. Lo stesso ct è stato il primo a fare delle ipotesi riguardo al futuro dell’Italia: “Obiettivamente non so chi potrebbe sostituirmi. Tanti allenatori sono molto bravi e in grado di farlo. Ritengo che Allegri, Ancelotti e Gasperini possano allenare la Nazionale“. Trascurato invece Sarri, con cui in passato ha avuto uno screzio durante un confronto tra Inter e Napoli.

LEGGI ANCHE >>> Italia: testa di serie alle qualificazioni Mondiali, quante insidie per Mancini

Mancini ha poi concluso: “Siamo riusciti a trovare calciatori bravi, avevamo bisogno di giovani con cui ripartire in ottica futura e siamo stati fortunati a raggiungere il giusto mix”.