Addio al nuovo stadio della Roma: la decisione è ufficiale

Stadio Olimpico
Stadio Olimpico (GettyImages)

In casa Roma da anni si parla del nuovo stadio per il club giallorosso, ma la nuova proprietà Friedkin ha deciso di cestinare il vecchio progetto. 

Niente stadio per la Roma, almeno per il momento. Una questione sollevata ormai diverso tempo fa dall’ex presidente James Pallotta, per la quale tanti sono stati chiamati in causa, dalle istituzioni della città agli investitori per consentire quelli che sarebbe stato un progetto importante. Ma, sembra, la squadra capitolina debba ancora attendere prima di poter finalmente avere una nuova casa. Nel frattempo, insomma, si resta allo stadio Olimpico.

La notizia è di qualche minuto fa, ed ovviamente sta facendo molto discutere. La nuova proprietà Friedkin ha deciso di accantonare in maniera definitiva il progetto del nuovo stadio. Una scelta forte, che ovviamente rende vano tutto quello che è stato il lavoro – anche di mediazione – fatto negli scorsi anni.

Già la scorsa estate lo stesso Pallotta parlò di ben 70 milioni spesi per il progetto di uno stadio che – secondo l’ex patron – doveva essere già bello che inaugurato. Cosi non è, ma addirttura tutto è finito nel cestino, con una decisione di polso da parte della nuova proprietà.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Dan Friedkin e Ryan Friedkin in tribuna
Dan Friedkin e Ryan Friedkin (GettyImages)

Roma, niente stadio: Friedkin cestina il vecchio progetto

Lo stadio nuovo, dunque, resterà un obiettivo ben lontano dal trovare concretezza, almeno nel breve periodo. Bisognerà cominciare tutto da zero, compresa la ricerca della location che – per il progetto di Pallotta – sarebbe dovuta essere Tor di Valle.

Il tutto è stato comunicato dal consiglio di amministrazione del club giallorosso. “Sulla base degli approfondimenti condotti […], ha verificato che non sussistono più i presupposti per confermare l’interesse all’utilizzo dello stadio da realizzarsi nell’ambito dell’attuale progetto immobiliare relativo all’area di Tor Di Valle”.

Il nuovo stadio non è del tutto accantonato

La società ha reso noto tutto questo con un comunicato stampa relativo ai risultati del primo semestre, chiuso con una perdita in calo a 74,78 milioni di euro, in miglioramento di 12,18 milioni rispetto al rosso di 86,96 milioni dello stesso periodo del 2019-2020. Un aspetto che, però, non ha frenato la chiusura del progetto.

LEGGI ANCHE >>> Il momento nero di Gattuso continua: arriva anche una multa

Il che, va detto, non elimina assolutamente quella che è la volontà, ancora persistente nel club, di mettere in piedi un nuovo stadio. “La società conferma l’intenzione di rafforzare il dialogo con l’Amministrazione di Roma Capitale, la Regione e tutte le Istituzioni […] per realizzare uno stadio verde, sostenibile ed integrato con il territorio”.