Atalanta, il Real ne ha perso un altro

L'allenatore dell'Atalanta Gasperini stringe la mano a Zidane
Gasperini e Zidane (GettyImages)

Nuovo infortunio per il Real Madrid, rivale dell’Atalanta tra due settimane per il ritorno degli ottavi di finale di Champions

Rischia di fermarsene un altro, il Real Madrid – che è già in piena emergenza – potrebbe rinunciare ad un altro calciatore in vista della sfida di Champions League contro l’Atalanta, ritorno degli ottavi di finale, gara in programma il prossimo 16 marzo. Una partita fondamentale per i nerazzurri che ripartiranno dalla sconfitta per uno a zero rimediata al Gewiss Stadium. Partita, quella dell’andata, condizionata dal rosso a Freuler che ha costretto i nerazzurri di Gasperini a giocare in dieci uomini e dunque in inferiorità numerica per gran parte dell’incontro.

Nel match di ritorno, invece, il Real Madrid potrebbe non avere neppure Mariano Diaz. L’attaccante, nella gara di Bergamo, era entrato solo nei minuti finali. Nella sfida di ritorno potrebbe non esserci proprio. Il motivo è un recente infortunio che il Real Madrid ha appena comunicato. Per il centravanti si tratta di “un infortunio muscolare all’otturatore esterno sinistro. La situazione è in evoluzione”. Ancora incerti i tempi di recupero.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Zinedine Zidane in campo
Zinedine Zidane (GettyImages)

Mariano Diaz a rischio per l’Atalanta

La previsione, per lui, è di uno stop di almeno due settimane. Dunque, Mariano Diaz non riuscirà a recuperare per la sfida di ritorno in programma il prossimo 16 marzo. Una buona notizia dell’Atalanta che, comunque, dovrà rinunciare allo squalificato Freuler e sa di partire da una posizione di notevole svantaggio. La rimonta sarà difficile ma non impossibile.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, l’importanza di Morata e le perplessità offensive

Il Real Madrid, intanto, già all’andata aveva fatto i conti con una serie di pesanti defezioni, come quelle di Sergio Ramos in difesa e Benzema in attacco. Zidane, nell’ultimo periodo, è abituato a lavorare in emergenza. Lo farà anche per la sfida di ritorno coi nerazzurri.