Non solo Ronaldo, il Milan fa i conti con la telefonata del Real Madrid

Stefano Pioli
Pioli (Getty Images)

Il Milan deve risolvere la grana rinnovi: Donnarumma e Calhanoglu i più urgenti, ma intanto il Real Madrid si fa avanti per un rossonero

Fondamentale: Franck Kessie sta vivendo la sua miglior stagione da quando è arrivato al Milan. Il centrocampista ivoriano è ormai una certezza per Stefano Pioli e anche contro il Manchester United ha dimostrato le sue qualità. Prestazioni che hanno richiamato l’attenzione di diversi club, ingolositi anche da un aspetto non secondario: il contratto dell’ex Atalanta scadrà a giugno 2022. La società rossonera si trova un’altra volta a fare i conti con le scadenze dei suoi campioni.

In queste settimane le attenzione sono tutte per Calhanoglu e Donnarumma, entrambi in scadenza a fine stagione: il loro rinnovo non è ancora arrivato e con il passare del tempo crescono le ansie relative al loro futuro. Anche per questo Maldini non vorrebbe ripetere la stessa cosa con Kessie e intavolare prima possibile la trattativa per prolungare il suo contratto. Blindare il centrocampista è una priorità, soprattutto ora che le big d’Europa si sono accorte di lui.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Franck Kessie palla al piede
Franck Kessie (Getty Images)

Milan, contatti Real Madrid-Kessie

Dell’interesse della Premier League si sapeva da tempo: dall’Arsenal al Tottenham, passando per il Manchester United, il campionato inglese sembra quello più adatto ad esaltare le caratteristiche di Kessie. Ma ora spunta anche il Real Madrid. Ne parla ‘Tuttosport’, secondo cui il club spagnolo avrebbe avuto dei contatti recenti con l’agente del calciatore. Telefonate esplorative per capire la situazione contrattuale del 26enne e le intenzioni future.

LEGGI ANCHE >>> Milan, Pioli in apprensione: il suo ‘jolly’ in dubbio per il Napoli

Urge quindi per il Milan sedersi a tavolino e trovare l’accordo per il rinnovo di Kessie. Per l’ivoriano si parla di uno stipendio raddoppiato (da 2,2 a 4 milioni di euro) per allontanare le pretendenti. Perché con la scadenza nel 2022, cederlo potrebbe non rivelarsi un affare dal punto di vista economico, considerato l’inevitabile gioco al ribasso per la valutazione. Ma un Kessie blindato con contratto pluriennale farebbe impennare il suo valore e a quel punto anche privarsene diventerebbe vantaggioso dal punto di vista economico.