Milan, i tifosi ‘si disperano’: il dettaglio su Giroud non passa inosservato

Giroud guarda in alto
Olivier Giroud (Getty Images)

Olivier Giroud, nuovo attaccante del Milan, sfida la scaramanzia e sceglie il numero 9 per iniziare la sua nuova avventura.

Nessuna scaramanzia per il nuovo attaccante del Milan. Olivier Giroud, per la sua avventura in rossonero, decide di indossare infatti la maglia numero 9. Un numero che nelle ultime stagioni non ha portato particolarmente bene agli attaccanti che l’hanno avuto sulle proprie spalle. Si contano fino a dieci nomi che non hanno registrato cifre strepitose al pari di quelle di Filippo Inzaghi: Pato, Lapadula, Higuaín, Piatek o Mandzukic, per citarne solo alcuni, non hanno espresso ciò che i tifosi si sarebbero aspettati dalle loro qualità.

Pippo Inzaghi, con la maglia del Milan e il suo fidato numero 9, ha infatti realizzato ben 126 gol, per un totale di dieci titoli, divisi tra Serie A Champions League. Tutti insieme, i suoi eredi, hanno collezionato complessivamente 116 gol, alzando un solo trofeo (una Supercoppa Italiana da Lapadula).

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Giroud guarda in alto
Olivier Giroud (Getty Images)

La sfida di Olivier Giroud è appena cominciata.

Fino ad ora, però, il Milan non ha mai avuto in squadra un centro avanti come lui. L’attaccante ha vinto l’ultima Champions League con il Chelsea ed è attualmente campione del mondo con la Francia, in cui ha collezionato un totale di 46 presenze. I gol che ha realizzato nel corso degli anni sono 221. Numeri, questi, che contano molto.

LEGGI ANCHE >>> Inter, Marotta ha già individuato il sostituto di Hakimi

Sono previste nel corso della giornata di oggi, 16 luglio, le visite mediche presso la Clinica La Madonnina. Nel pomeriggio firmerà il nuovo contratto con i rossoneri. Il Milan ha, quindi, già vinto la sua sfida di portarlo a Milano. Ora non resta che affidarsi alla sua presenza per sfatare quel tabù che da troppo tempo perseguita il club e i suoi tifosi. “Forza Milan“, è stato il saluto ufficiale di un sereno e determinato Olivier Giroud.