Il duello estivo tra Inter e Juventus è appena iniziato

Allegri in campo
Massimiliano Allegri (Getty Images)

Trofeo Gamper ma non solo. L’8 agosto la Juventus ed il Barcellona torneranno a parlare di Pjanic. L’Inter attende e valuta il da farsi.

Ancora qualche giorno di attesa ma il tempo delle decisioni sta per arrivare. La data da segnare sul calendario è l’8 agosto: a partire dalle ore 21.30, la Juventus ed il Barcellona si sfideranno al Camp Nou per decretare il vincitore del Trofeo Gamper. Nell’occasione, i due club torneranno a parlare di Miralem Pjanic. Il bosniaco, come noto, è stato escluso dal nuovo progetto tecnico blaugrana e sogna di tornare a Torino.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Pjanic si allena
Miralem Pjanic (Getty Images)

Juventus, per Pjanic si attende l’incontro dell’8 agosto

I bianconeri, soprattutto dopo le ultime dichiarazioni di Massimiliano Allegri su Aaron Ramsey (“se si convince di giocare davanti alla difesa può diventare importante per la squadra”), non lo ritengono una priorità bensì un’occasione da cogliere in presenza di condizioni favorevoli. Tradotto: prestito gratuito, con magari parte dello stipendio pagato dal club della Catalogna. Eventualità da non escludere a priori. Il presidente Joan Laporta, da ormai qualche settimana, sta provvedendo a tagliare gli elementi ritenuti in esubero al fine di raccogliere le risorse necessarie da destinare al nuovo contratto di Lionel Messi. 

LEGGI ANCHE >>> Il sacrificio di cui la Juventus ha bisogno per far tornare Pjanic

E pur di liberarsi di Pjanic, potrebbe anche assecondare le richieste juventine. Il centrocampista è nel mirino pure dell’Inter, che lo sta seguendo con interesse. L’allenatore Simone Inzaghi lo vedrebbe molto bene come perno del suo 3-5-2 ma i margini di manovra dell’amministratore delegato Beppe Marotta sono limitati. Pjanic, infatti, può arrivare soltanto nel caso in cui il giocatore rescinda il contratto che lo lega al Barcellona. Per lui, intanto, è stato preparato un contratto triennale. Ora il club rimarrà alla finestra, in attesa dei prossimi eventi. La quiete, poco prima dell’imminente tempesta.