Il sacrificio di cui la Juventus ha bisogno per far tornare Pjanic

Pjanic
Pjanic (Getty Images)

Allegri non ha nascosto la voglia di riabbracciare Pjanic, la Juventus ora sceglie il calciatore da sacrificare per far spazio al bosniaco

Riecco Max Allegri. La conferenza di presentazione della sua seconda esperienza alla Juventus ha lanciato spunti di interesse. Dalle lodi a Dybala alla responsabilizzazione di Ronaldo, passando per la fascia di Bonucci, il tecnico livornese ha già messo in chiaro le cose per i presenti e per chi arriverà. Come Pjanic ad esempio: il ‘fantasma’ del bosniaco ha aleggiato dalle parti della Continassa in qualche frase di Allegri e Cherubini sta provando a riportarlo a Torino.

Il centrocampista si è detto disponibile a ridursi l’ingaggio ed il Barcellona è aperto a cederlo per far spazio nel monte ingaggio. Serve però un sacrificio da parte del club bianconero ed è proprio questa la riflessione che alla Juventus stanno facendo.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Pjanic
Pjanic

Juventus, serve un’esclusione per Pjanic

Come spiega ‘TuttoSport’, infatti, l’eventuale ritorno di Pjanic sarebbe possibile soltanto con un’uscita per la questione lista. Per quella Champions, l’indiziato numero uno sarebbe il brasiliano Arthur, alle prese con il recupero dopo l’operazione e che sembra destinato a saltare almeno tre delle sei gare della fase a gironi.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, doppio acquisto in attacco: Ronaldo resta

Più complicata invece la scelta per quanto riguarda il campionato. Difficile fare fuori anche qui il brasiliano, con Ramsey già messo in lista di sbarco per fare spazio a Locatelli, Allegri e la dirigenza bianconera dovranno scegliere l’escluso che potrebbe arrivare anche da un reparto diverso dal centrocampo. Riflessioni in corso con l’appuntamento con il trofeo Gamper ad inizio agosto che potrebbe rappresentare quello della svolta per Pjanic. Per quel momento la Juventus dovrà aver già deciso il sacrificato.