“Ha riso e se n’è andato”: un rivale svela la caduta di stile di Haaland

Haaland con le braccia alzate
Haaland (Getty Images)

Erling Haaland fa discutere. Il retroscena del match di andata contro Gibilterra ha fatt il giro del web: caduta di stile del norvegese.

Fa discutere e non poco Erling Haaland. L’attaccante del Borussia Dortmund ha attirato su di sé i riflettori dei top club europei negli ultimi anni. A suon di gol e prestazioni super, il norvegese è finito nel mirino del Real Madrid di Carlo Ancelotti e di tutti i migliori club in giro per il continente. Oltre che a far parlare di sé per le azioni in campo, però, stavolta spunta un retroscena che ha fatto il giro del web. Bisogna ritornare indietro nel tempo fino allo scorso marzo, quando la Norvegia ha affrontato Gibilterra ad Oslo per le qualificazioni dei Mondiali del 2022 in Qatar.

Haaland con la maglia della Norvegia
Haaland (Getty Images)

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Haaland, figuraccia nel post gara: il retroscena

Al termine del match, vinto per 3-0 dalla Norvegia, Roy Chipolina, calciatore di Gibilterra, si è avvicinato ad Erling Haaland per chiedere di scambiare la maglietta. La casacca del norvegese sarebbe stato un regalo per il figlio di Chipolina, grande estimatore del bomber del Dortmund.

LEGGI ANCHE >>> Juve-Milan, Allegri scatenato in allenamento: “Non vi chiedo questo…”

La reazione di Haaland, però, ha lasciato spiazzato l’avversario. Il norvegese avrebbe riso e sarebbe uscito dal tunnel dello spogliatoio senza rispondere alla proposta. Sulla vicenda è intervenuto anche Reece Styche, capitano di Gibilterra, che ai microfoni del ‘The Sun’ ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Nessuno di noi voleva la maglia di Haaland. L’abbiamo rifiutata per quello che è successo durante la gara di marzo, quando lui ha riso. Potrà comprare tante cose, ma non potrà comprare la classe. Forse il clamore mediatico gli ha dato alla testa”.