Super Verona contro lo Spezia, pioggia di gol in Sampdoria-Udinese

Il Verona esulta per il gol di Caprari allo Spezia
Verona-Spezia, Serie A 2021-22 (Getty Images)

La sintesi di Verona-Spezia e Sampdoria-Udinese, le due sfide della settima giornata di Serie A, che si sono disputate a partire dalle ore 15:00. 

I match delle 15:00 si sono conclusi con la pesante sconfitta dello Spezia nel confronto in trasferta contro il Verona, mentre Sampdoria e Udinese hanno pareggiato per 3-3 in una sfida ricca di reti e di colpi di scena.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Serie A, sintesi di Verona-Spezia 4-0 e Sampdoria-Udinese 3-3

Quagliarella esulta per il gol in Sampdoria-Udinese
Quagliarella in Sampdoria-Udinese (Getty Images)

Convincente poker quello del Verona contro lo Spezia. La sfida si conclude sul 4-0 ma già durante la prima frazione di gioco era stato semplice comprendere che direzione stesse prendendo la sfida. La squadra di Tudor riesce a capitalizzare le principali occasioni a disposizione. In rete Simeone, che svetta di testa sugli sviluppi di un corner, poi è Faraoni a battere Zoet e Caprari chiude i primi 45′ con una bellissima rete con un tiro da fuori area. Lo Spezia prova comunque a reagire nel finale, ma termina la sfida in 10 a causa di un’espulsione per Bastoni per una gomitata a Ilic. Poker casalingo per il Verona.

LEGGI ANCHE >>> “Faremo la guerra, ora basta”: Sarri, annuncio in diretta dopo il ko

Decisamente più combattuta la sfida tra Sampdoria e Udinese, fatta di ribaltoni costanti. I cambi di fronte sono la principale caratteristica di queste match, durante il quale entrambe le squadre dominano per lunghe frazioni. Il primo vantaggio è dell’Udinese con Pereyra ma poi Stryger Larsen rovina tutto con un autorete. Tuttavia il primo tempo si conclude in vantaggio per i bianconeri grazie a Beto, che insacca a porta vuota dopo il colpo di testa di Samir. Nel secondo tempo subito la Sampdoria si rimette in carreggiata con un gol di Quagliarella dal dischetto, dopo un fallo da rigore di Silvestri su Caputo. È 2-2, ma dura poco, perché al 69′ Candreva sigla il momentaneo vantaggio dei blucerchiati con un grandissimo destro all’incrocio dei pali. Il risultato si trascina così fino agli ultimi dieci minuti circa, quando l’Udinese conquista il 3-3 con un tocco di testa sotto porta di Forestieri. Si conclude in pareggio il match.

La classifica

Napoli 18*, Inter 17, Milan 16*, Roma 12*, Fiorentina 12*, Lazio 11, Atalanta 11*, Juventus 11, Bologna 11, Empoli 9*, Torino 8, Verona 8, Udinese 8, Sassuolo 7, Sampdoria 6, Genoa 5, Venezia 5, Salernitana 4, Spezia 4, Cagliari 3