“Emblema dell’errore”: Donnarumma, la stoccata del presidente

Donnarumma sulle scale
Donnarumma (Getty Images)

Continua a far discutere il caso Donnarumma-Milan e, stavolta, arriva la stoccata del presidente: “È l’emblema dell’errore”, le parole

Non sarà stata una estate tranquilla, quella di Gigio Donnarumma. In tutti i sensi. Vuoi per la vittoria dell’Europeo ed il titolo di miglior giocatore del torneo, vuoi per l’addio travagliato al Milan ed il discusso approdo al Paris Saint-Germain. E a distanza di mesi dal suo au revoir ai rossoneri, il tema torna nuovamente caldo dalle parti di San Siro.

Dopotutto, al centro della discussione c’è anche e soprattutto Mino Raiola. Il super-agente (tra gli altri, anche procuratore dello stesso Donnarumma) è stato grande protagonista nella vicenda che ha portato il portiere campano via dal Milan. Per di più, anche a parametro zero. E per alcuni addetti ai lavori, il comportamento di Raiola resta qualcosa da condannare e contrastare.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Raiola in campo
Raiola (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> “Donnarumma e Jorginho, brutte notizie”: Pallone d’Oro, lo ‘spoiler’ diventa virale

“Raiola, Donnarumma ed il Milan: l’emblema dell’errore”. L’accusa del presidente Pulcinelli

Così, nel corso di una lunga intervista concessa ai microfoni del ‘Corriere dello Sport’, il presidente dell’Ascoli, Massimo Pulcinelli, ha toccato diversi temi. Tra questi, i problemi principali che affliggono il calcio italiano alle sue basi, esemplificando negativamente il caso Donnarumma.

“Quello che è successo al Milan è l’emblema dell’errore, di ciò che non funziona nel nostro sistema. Privare una società di un calciatore solo per una questione di parcelle al procuratore (Raiola ndr), è inaccettabile. Questa è una problematica che andrebbe risolta con regole severe. Si parla tanto di riforme, ma abbiamo fatto solo delle frittatine, sinora. Ed è arrivato il momento che si intervenga, nell’interesse di tutti”, ha concluso Pulcinelli.