Roma-Feyenoord, mani nei capelli per Mourinho: l’episodio è una mazzata

Giornata importante in casa Roma. Il club giallorosso è impegnato in una finale europea con gli olandesi del Feyenoord.

In questi minuti si sta disputando la finale di Conference League tra Roma e Feyenoord. Dopo tanti anni il club giallorosso, guidato da Josè Mourinho, torna in una finale europea e Mourinho proverà a vincere una delle poche competizioni che manca nel suo immenso palmares. 

Mourinho Roma
Josè mourinho Roma (Lapresse)

Il club capitolino deve però fare subito i conti con un’importante perdita nei primi minuti di gioco. Dopo circa quindici minuti di gioco si è fermato in mezzo al campo il calciatore armeno Henrikh Mkhitaryan, esperto trequartista già in dubbio alla vigilia del match. Mourinho ha tentato in tutti i modi di recuperarlo, ma alla fine il centrocampista ha alzato bandiera bianca ed al suo posto Mourinho ha inserito Sergio Oliveira. 

Pessima notizia per Mourinho che perde una pedina fondamentale nell’undici titolare ed è costretto subito a mischiare le carte nel corso del match. Mkhitaryan ha accusato un problema ai flessori della coscia, una ricaduta dello scorso infortunio. Il giornalista Sky Sport Angelo Mangiante ha parlato cosi riguardo l’infortunio: “Flessore della coscia destra, stesso punto. La ricaduta sulla stessa cicatrice”.

Mkhitaryan Roma
Mkhitaryan Roma (Lapresse)

Roma, buon inizio contro il Feyenoord

Dopo un buon inizio gara degli olandesi la Roma è riuscita a prendere le misure e si è resa pericolosa con Pellegrini e Tammy Abraham. Alla mezzora c’è però la perla che sblocca definitivamente la partita.

Grande giocata di Nicolò Zaniolo che salta l’avversario e con uno splendido colpo sotto porta in vantaggio il club giallorosso. Tanta euforia ed entusiasmo in casa Roma che in questo momento è in vantaggio ed è più vicina alla vittoria. Subito dopo il gol la formazione giallorossa ha ripreso a macinare gioco e c’è grande fiducia in vista del resto del match.