Milan, ora si fa sul serio per il rinnovo: i rossoneri vogliono blindarlo

Alla ripresa del campionato ha già dimostrato di essere un giocatore fondamentale per il Milan e la società si prepara al rinnovo.

In occasione di Salernitana-Milan, gara vinta dai rossoneri in trasferta per 1-2, il giocatore chiave nei passaggi completati dai rossoneri di Stefano Pioli è stato Ismael Bennacer. Il 25enne di Arles ha realizzato con successo 49 passaggi, ha vinto 3 contrasti e ha recuperato 13 palloni. Il suo contributo è fondamentale non soltanto come regista di centrocampo, ma anche per inibire il gioco dell’avversario.

Pioli dà l'ok
Pioli può esultare: il Milan a lavoro per il rinnovo di Bennacer (LaPresse)
serieanews

Il Milan è consapevole che ad oggi il calciatore originario dell’Algeria è insostituibile per l’economia della squadra, poiché riesce a fare con profitto entrambe le fasi. Perciò, onda evitare scomodi corteggiamenti da gennaio in avanti, il club sta predisponendo tutto per un ben ricompensato rinnovo di contratto.

Come anticipato da ‘La Gazzetta dello Sport’, nelle prossime settimane è previsto un summit con Enzo Raiola, nuovo agente di Bennacer, insieme alla dirigenza del Milan rappresentata principalmente da Maldini e Massara, per definire le linee del nuovo contratto.

Bennacer in azione contro la Salernitana
Milan-Bennacer, è tempo di rinnovo (LaPresse)
serieanews

Il Milan non aspetta più: via al rinnovo di Bennacer

L’attuale contratto è in scadenza nel giugno del 2024, per cui non bisognerà indugiare troppo. Alla trattativa si lavora ormai da diverso tempo ma serve l’accordo quanto prima. La società sita di via Aldo Rossi potrebbe proporre un ingaggio da 4,5 milioni di euro a stagione, che collocherebbe indubbiamente Ismael Bennacer nella lista dei più pagati della rosa. Poi si baderà alla nuova data di scadenza.

La volontà delle parti è reciproca, di proseguire insieme. Questo è il miglior punto di partenza possibile. D’altronde il centrocampista, che contro la Salernitana è stato schierato appena avanti la difesa, ha avuto ampia dimostrazione di stima e fiducia da parte della società ma soprattutto di mister Pioli. Nelle prime 16 giornate di campionato è stato schierato titolare 13 volte e in 3 occasioni è partito dalla panchina, non mancando mai una gara. La stagione è ancora lunga e nel suo caso accenna ad essere una delle migliori della carriera.