Udinese, esonerato Velazquez al suo posto arriva Nicola

velazquez

velazquezCon una nota apparsa sul proprio sito ufficiale l’Udinese Calcio ha comunicato di aver esonerato Julio Velazquez dalla guida tecnica della prima squadra. “A lui, a Jimenez Serrano Julian, a Baltanas Vicente Miguel e a Huguet Cots Marc – prosegue la nota – vanno i ringraziamenti della società per la passione, la dedizione e la professionalità dimostrate in questi mesi, insieme agli auguri di un radioso futuro professionale”. 

NICOLA AL POSTO DI VELAZQUEZ

Al suo posto arriva Davide Nicola che ha superato la concorrenza di Quique Sanchez Flores, ex allenatore del Watford della galassia Pozzo, e di Massimo Carrera, i cui nomi erano entrati nella lista dei papabili accostati alla panchina bianconera. In serata come annunciato dal Direttore Tecnico Daniele Pradè, ospite ieri sera in trasmissione su Udinews tv, il canale ufficiale della società la comunicazione ufficiale. “Il nuovo allenatore sarà presentato alla stampa domani alle 16:30 nella Sala Stampa della Dacia Arena”. Nicola ha firmato un contratto fino al 2020. Fatale per Velazquez la sconfitta di Empoli. I friulani hanno 9 punti nelle prime 12 giornate di campionato, terz’ultimi e agganciati dall’Empoli.

LA CARRIERA DI DAVIDE NICOLA

Davide Nicola è nato a Luserna San Giovanni in Provincia di Torino il 5 marzo 1973. Da calciatore ha difeso per lungo tempo i colori del Genoa, prima di esordire in Serie A con il Siena. Nell’unica stagione in massima serie disputa 15 partite. L’apice della sua carriera però è al Torino in Serie B quando nella stagione 2005-06 segna contro il Mantova il gol decisivo per il ritorno in A dei granata. Ha giocato anche con Ternana, Ravenna e Lumezzane. Inizia la carriera di allenatore nel 2010 proprio al Lumezzane, successivamente si siede sulla panchina di Livorno, Bari e Crotone. E proprio alla società pitagorica è legata la sua maggiore impresa. Subentrato al tecnico della promozione Juric nella prima parte di campionato ottiene 9 punti con la squadra che si ritrova in ultima posizione. Nella fase di ritorno ne totalizza invece 25, di cui 20 tra aprile e maggio. La rimonta dei calabresi vale la salvezza, conquistata all’ultima giornata dopo una vittoria per 3-1 contro la Lazio a scapito dell’Empoli che contemporaneamente ha perso 2-1 contro il Palermo già retrocesso.