Parma-Inter, conferenza Spalletti: “In ballo le sorti della squadra e della carriera”

Parma Inter conferenza Spalletti

PARMA INTER CONFERENZA SPALLETTI – Luciano Spalletti si gioca tanto domani sera a Parma, nell’anticipo della quarta giornata di ritorno del campionato di serie A.

Parma Inter conferenza Spalletti

“E’ lecito che tutto possa essere messo in discussione adesso perché senza i risultati le parole stanno a zero. Però si rischia anche di fare confusione: ci sono cose dell`ultimo periodo che vanno difese, non è tutto da buttare” dice il tecnico nerazzurro. “Tutti sappiamo che in ballo ci sono le sorti dell`Inter ma anche quelle della nostra carriera. Adesso serve una prestazione forte, quello che dobbiamo fare è bello chiaro. Contro il Parma dobbiamo fare risultato ma metterci anche dei contenuti. Bisogna andare a tirare in ballo l’umiltà e l’orgoglio per la maglia che indossiamo, assumendoci le nostre responsabilità”. I nerazzurri sono reduci dal k.o. casalingo contro il Bologna e hanno anche detto addio alla coppa Italia, eliminati ai rigori dalla Lazio. “In situazioni del genere bisogna lavorare di più sulla testa”, dice il tecnico nerazzurro in conferenza stampa. “E’ un momento in cui visti i risultati è lecito mettere in discussione tutto, ma si rischia di andare a fare ulteriore confusione e ci sono delle cose che vanno difese, non è tutto da buttare -sottolinea Spalletti-. Quando non si fanno i risultati le chiacchiere stanno a zero, conta riuscire ad andare in campo e fare una di quelle prestazioni che servono alla squadra per ripartire”.

-> Leggi anche Parma-Inter streaming live, ecco dove e come vedere il match

La fiducia della Società

Spalletti parla di una società “che ho vicino quotidianamente”. “Ci siamo legati per tre anni in estate perché eravamo consapevoli di dover fare un percorso che avrebbe richiesto tempo per riuscire ad arrivare dove molti si aspettano e dove noi vogliamo. Per quanto mi riguarda le cose non sono cambiate. Se non sono cambiate nemmeno per la società mi fa piacere, ma nessuno può aiutarci nello sviluppo della partita, così come nessuno può fermarci”. La prima cosa da fare recuperare i gol di Icardi. “Ci sono stati particolari o situazioni che hanno ancora peggiorato la nostra performance degli ultimi periodi: infortuni, squalifiche, qualche divagazione in conseguenza del mercato che non ci aiuta molto. Icardi è dentro queste cose”.

-> Leggi anche: Parma-Inter, probabili formazioni: D’Aversa conferma gli 11 dello Stadium