Arsenal-Napoli, conferenza Ancelotti: “All’Emirates ci vuole coraggio”

Arsenal Napoli conferenza Ancelotti
(Photo by Suhaimi Abdullah/Getty Images for ICC)
Arsenal Napoli conferenza Ancelotti
(Photo by Suhaimi Abdullah/Getty Images for ICC)

ARSENAL NAPOLI CONFERENZA ANCELOTTI: – Arsenal-Napoli si sfideranno domani all’Emirates Stadium di Londra per la gara d’andata dei quarti di finale. Partita attesissima in casa azzurra con la squadra di Ancelotti che punta alla finalissima e centinaia di tifosi in partenza per la capitale inglese per assistere al match.  Arsenal e Napoli non si sono mai affrontati prima in Europa League e le uniche due partite disputate furono in Champions League nei match di andata e ritorno del girone F, nella stagione 2013-2014. Alla vigilia del match ha parlato in conferenza stampa il tecnico dei partenopei Carlo Ancelotti. Ecco cosa ha detto.

-> LEGGI ANCHE: Arsenal-Napoli, le statistiche: primo incontro in Europa League

Arsenal Napoli conferenza Ancelotti

Come riporta Sky Sport reduce da una sconfitta e da un pareggio in campionato, il Napoli riprende la sua corsa verso Baku, sede della finale di Europa League. Sulla sua strada l’Arsenal, insieme agli azzurri una delle grandi favorite alla vittoria finale. Mister Ancelotti e Allan hanno presentato in conferenza stampa la sfida di Londra contro i Gunners. “Occorre chiarezza su quello che si deve fare sul campo. La squadra deve sapere esattamente quello che deve fare quando difende e quando attacca” Esordisce Ancelotti. “In questo ambiente non c’è malessere. C’è la consapevolezza che le ultime 2 partite non sono state fatte bene ma questo non mi preoccupa. La partita di domani non è decisiva ma indirizzerà l’esito di questo turno. Non sono infuriato e la squadra la gestisco come penso sia meglio gestirla. Se non fossimo pronti per la partita di domani, non saremmo qui”.

Le scelte di formazione

Sulla formazione Ancelotti si sbilancia. “I dubbi sono legati alla composizione del fronte offensivo e vi potete sbizzarrire: Milik-Insigne, Insigne-Mertens, Mertens-Milik. Ci potrebbe essere Ounas come sorpresa”. Una battuta infine sul tecnico dei Gunners Emery. “Il suo passato spiega la sua competenza, è un avversario in più”.

Giovanni Cardarello