Juventus, Sarri pista tortuosa? Paratici è a Londra: i dettagli

Chelsea's Italian head coach Maurizio Sarri gestures on the touchline during the English Premier League football match between Leicester City and Chelsea at King Power Stadium in Leicester, central England on May 12, 2019. (Photo by Daniel LEAL-OLIVAS / AFP) / RESTRICTED TO EDITORIAL USE. No use with unauthorized audio, video, data, fixture lists, club/league logos or 'live' services. Online in-match use limited to 120 images. An additional 40 images may be used in extra time. No video emulation. Social media in-match use limited to 120 images. An additional 40 images may be used in extra time. No use in betting publications, games or single club/league/player publications. / (Photo credit should read DANIEL LEAL-OLIVAS/AFP/Getty Images)
 (Photo credit should read DANIEL LEAL-OLIVAS/AFP/Getty Images)

SARRI JUVENTUS- Secondo quanto riportato dalle ultime indiscrezioni di mercato, e come evidenziato da “Daily Mail”, il Chelsea si starebbe opponendo in maniera totale all’addio di Maurizio Sarri. Il club londinese vorrebbe un indennizzo di circa 6 milioni di euro per liberare il tecnico ex Napoli agli ultimi due anni di contratto. Paratici sarebbe volato a Londra per cercare di smuovere la situazione in prima persona.

Corsi, presidente dell’Empoli, il quale conosce molto bene Sarri, ha così ammesso: “Sarri? E’ pessimista”. Un pessimismo dettato dalla difficoltà del tecnico nel liberarsi dal club londinese.

Leggi anche: Juventus, parla Guardiola: “Se non mi cacciano resto al City”

Sarri Juventus, giorni decisivi: fumata bianca entro pochi giorni

La sensazione è che la fumata bianca possa arriva nel giro di pochi giorni. Sarri, salvo clamorosi colpi di scena, sarà il nuovo allenatore della Juventus in vista della prossima stagione. Sfumato sul nascere il sogno Guardiola, il quale, ai microfoni di “Mundo Deportivo” ha ammesso: “Resto al City se non mi manderanno via”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

The boss. 🏆👏 #UELfinal #CFC #Chelsea

Un post condiviso da Chelsea FC (@chelseafc) in data: