Sentito l’ultimo retroscena? Ancelotti aveva scambiato il Napoli per il Real

Ancelotti Everton
Ancelotti sulla panchina dell'Everton (Getty Images)

Un passo indietro per ricordare dell’avventura di Carlo Ancelotti al Napoli dopo l’ultima rivelazione di mercato

Non c’è mai stato particolare feeling tra Carlo Ancelotti e il Napoli, il matrimonio che prometteva amore eterno è durato neppure due stagioni, s’è interrotto a metà della seconda, una serie di incomprensioni – e i risultati del campo – hanno costretto De Laurentiis a prendere provvedimenti con l’esonero di Re Carlo nonostante un ricco curriculum e le prospettive di un Napoli vincente in Italia e in Europa.

Tante belle speranze e una serie di equivoci di mercato: questa, in sintesi, la storia di Ancelotti all’ombra del Vesuvio. Troppo ambizioso il suo progetto per proporlo al Napoli, troppo distanti le due filosofie, non c’è stata intesa e forse qualche errore è stato commesso in principio, estate 2018, quando De Laurentiis e Ancelotti sembravano affiatatissimi, pistole in mano, pronti a sparare sul campionato. Non è andata esattamente così.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Crotone-Napoli
Crotone-Napoli – GettyImages

Napoli, Ancelotti e l’errore commesso con De Laurentiis

Si riparla di Ancelotti e il Napoli per un motivo molto semplice: Fabregas, suo calciatore al Chelsea, ha rivelato a Tuttosport di essere stato vicino al Napoli. Alla fine lo spagnolo ha scelto il Monaco. A prescindere, difficilmente Ancelotti sarebbe stato accontentato. Per un semplice motivo: Fabregas, fortissimo, un campione, non è un profilo coerente con la strategia di De Laurentiis.

Il presidente del Napoli da anni insegue giovani da far crescere con ingaggio ancora relativamente basso e prospettive enormi. Una visione imprenditoriale che in questi sedici anni ha pagato nonostante non sia mai (ancora) arrivato lo scudetto. Fabregas ha già superato i 30 anni, guadagnava tantissimo e difficilmente avrebbe raggiunto un accordo economico con il Napoli. Non sarebbe stata sufficiente la sola stima di Ancelotti.

Il caso James Rodriguez inizio della fine

Successe lo stesso con James Rodriguez, il mai nascosto sogno di mercato di Ancelotti. Il Napoli non fece di tutto per acquistarlo: costava tanto, aveva una certa età e un ingaggio fuori portata. De Laurentiis ci provò a modo suo, chiedendo un prestito al Real. Mai avrebbe investito sul colombiano a titolo definitivo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, il sindaco del paese di Demme: “Che gol, ma abbiamo un rimpianto” – ANews

Ancelotti ci sperava, si arrese. James lo ha ritrovato all’Everton, il club inglese, a differenza del Napoli, lo ha accontentato. Altri sono stati i giocatori arrivati con Ancelotti: Fabian e Meret, ad esempio. Giovani di valore e da valorizzare. Come i Cavani, Lavezzi e Hamsik del passato. Non è un caso che Ancelotti, a Napoli, sia durato così poco.