Argentina, calcio in lutto: è morto l’ex ct Alejandro Sabella

alejandro sabella argentina maradona
Alejandro Sabella (Getty Images)

Calcio in lutto in Argentina: a pochi giorni dall’addio a Diego Armando Maradona, è morto l’ex ct della Nazionale Alejandro Sabella

Un nuovo lutto nel calcio argentino. Sono passati soltanto pochi giorni dall’addio a Diego Armando Maradona e il mondo albiceleste si ritrova a piangere Alejandro Sabella. L’ex commissario tecnico dell’Argentina è morto all’età di 66 anni: il suo nome resterà legato sicuramente alla cavalcata mondiale della Nazionale di Messi ai Mondiali in Brasile nel 2014. In casa dei rivali di sempre, l’Argentina riuscirà ad arrivare in finale arrendendosi soltanto alla Germania.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

La carriera di Alejandro Sabella: dall’Estudiantes alla Nazionale

Discreto centrocampista da calciatore, con esperienza anche in Inghilterra con Sheffield e Leeds, ha avuto decisamente maggior successo da allenatore. In patria il suo nome è legato all’Estudiantes dove esordice da primo allenatore dopo diversi anni da vice. Proprio durante questa esperienza, arriva anche in Italia: qui accompagna Daniel Passarella nella breve parentesi al Parma che durerà soltanto pochi mesi.

LEGGI ANCHE >>> Inchiesta morte Maradona: svolta nelle indagini, medici nei guai

Nel 2012 viene scelto come ct dell’Argentina e con la Nazionale arriverà fin quasi sul tetto del mondo. La cavalcata albiceleste nella rassegna iridata negli stadi brasiliani si fermerà davanti alla Germania: 1-0 in finale con l’errore di Higuain davanti a Neuer che grida ancora vendetta. Oggi Sabella, da tempo ricoverato in ospedale, è morto lasciando il calcio argentino ancora più solo.