Juve-Dybala, parole d’addio: “Non hanno chiamato il mio agente”

dybala morata
Paulo Dybala - GettyImages

Dopo aver ritrovato il gol, Dybala sul suo futuro alla Juve: “Amo questo club. Il mio agente a Torino per tanto tempo non è stato chiamato”

Il gol del pareggio, una prestazione migliore anche di quella di Cristiano Ronaldo, un percorso per recuperare se stesso e mettersi nuovamente al servizio della Juve. Questa volta al 100%, come è stato nella scorsa stagione.

Quello di Paulo Dybala è stato un avvio di stagione difficile, travagliato da problemi fisici, tattici e contrattuali. Ma, l’argentino non ha mai aperto ad una guerra frontale, lasciando al suo manager il compito anche di far volare gli stracci, ma nelle segrete stanze delle trattative, con Paratici.

Dopo il match vinto con il Genoa, Dybala ha detto: “Segnare dà fiducia, ne avevo bisogno, era da tante partite che non ero più sereno, sentivo la pressione.

Spero che questo gol mi possa dare fiducia per le prossime gare. L’anno scorso ho fatto un anno incredibile, quest’anno ho iniziato tutto al contrario, guardavo le partite per capire cosa dovevo correggere e pensavo a mille cose e questo era lo sbaglio più grande. Bisogna entrare in campo sereni. Oggi non ho fatto una grande partita tecnicamente ma questo gol mi dà tanto”

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Dybala Juve
Paulo Dybala e la Juve: continuerà il rapporto? (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

“Rinnovo? Dette troppe cose, io sono leale”

Si discute anche del prossimo futuro, con un rapporto con la Juve in scadenza il 30 giugno del 2022: “Contratto? Se ne parla tanto, c’è tanta gente che parla, il mio procuratore è stato a Torino tanto tempo. Mi dispiace che si parli di soldi e di cifre, sono cose inventate. Il mio agente è stato a Torino per tanto tempo e non è stato chiamato”

LEGGI ANCHE >>> Milan, emergenza in difesa: ko anche Gabbia, trauma contusivo

“Parlare – prosegue Dybala – di cifre nella situazione attuale mette le persone contro di me. Cerco di dire sempre la verità ed è la cosa più logica. Il futuro? Io amo la Juventus. L’ho sempre detto. Ho un bel rapporto con i tifosi e devono stare tranquilli. Sono molto leale e la gente lo sa”.