Fonseca: “Tutto ok con Dzeko: il capitano, però, sarà Cristante”

Roma incontro Dzeko Fonseca
Dzeko e Fonseca (GettyImages)

Fonseca su Dzeko in conferenza prima della Juve: “Abbiamo parlato: è tutto ok. Domani, però, sarà Cristante il capitano”

“La Juventus è una squadra molto diversa dall’inizio stagione: ed è fortissima”: così presenta in conferenza Paulo Fonseca, tecnico della Roma, la sfida alla Juve. “Parliamo di una formazione dinamica e con straordinarie individualità. Per quanto riguarda la mia squadra, posso dire che stiamo attraversando un buon momento: abbiamo vinto due gare importanti, siamo in fiducia. Dzeko? Non ho altro da aggiungere, ha già parlato Tiago Pinto. Io e Edin abbiamo chiarito, ora prosegue tutto bene. Dzeko si è allenato bene, domani, però, sarà Cristante il capitano. Borja Mayoral non ha bisogno della prossima partita per dimostrare le sue qualità. Sta facendo davvero bene, deve solo rimanere concentrato per disputare una buona partita. Differenze con Dzeko? Edin è più bravo negli appoggi, Borja più in profondità”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Fonseca parla prima del match con la Juve
Paulo Fonseca, allenatore della Roma © Getty Images

Fonseca: “Più forti dopo il caso Dzeko? No, sono le vittorie che aiutano”

“Futuro? Penso solo al match di domani” spiega il tecnico giallorosso che aggiunge: “Non è il caso Dzeko ad aver rafforzato il gruppo, sono le vittorie che rinforzano il gruppo, ciò che facciamo in campo. Cristante con Veretout e Villar? Sì, può essere una soluzione. Mirante sarà con il gruppo, ma continueremo a schierare Pau Lopez titolare. El Shaarawy non sarà con la squadra, sta facendo un lavoro individuale.

LEGGI ANCHE >>> Tre grossi problemi che il Milan non ha ancora risolto

Pedro? Ha fatto grandi gare con la Roma, ora sta recuperando. Credo che la prossima settimana sarà aggregato. È un giocatore importante per la squadra, con caratteristiche che mi piacciono molto. Ibanez domani sarà al centro della difesa. Villar? Gonzalo ha le caratteristiche per giocare sia più vicino ai nostri difensori ma anche più avanti”.