Il leader di Fonseca che il Napoli sogna da due anni

Fonseca
Paulo Fonseca (GettyImages)

C’è un giocatore della Roma che il Napoli cerca da due anni: la conferma diretta arriva dalle parole del suo agente

Nove gol neanche fosse un attaccante. Ottimo momento di forma per Jordan Veretout. Il centrocampista della Roma, dopo la doppietta all’Udinese, si conferma l’uomo di maggior incisività della formazione di Fonseca. Non sorprendono le sue prestazioni ma i suoi numeri in termini realizzativi, essendo lui un centrocampista – teoricamente – di rottura. Ma le ultime prestazioni stanno esaltando il suo senso del gol e la solita freddezza dal dischetto.

Fonseca si gode il suo centrocampista sapendo bene che, in passato, è stato concreto il rischio di perderlo. Veretout, infatti, piace molto al Napoli. Da tempo. In estate la società azzurra ci aveva provato con una ricca offerta rispedita al mittente. La Roma non aveva alcuna intenzione di perdere il francese, cedendolo – tra l’altro – ad una diretta concorrente, e Fonseca, parlando con la società, ha fatto di tutto per blindarlo.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

L'esultanza di Jordan Veretout durante Roma-Udinese
Jordan Veretout (Getty Images)

Veretout corteggiato dal Napoli

La conferma dell’interesse del Napoli per Veretout arriva anche dalle parole del suo agente, Mario Giuffredi, che ai microfoni di Radio Marte ha detto: “Piace a Giuntoli da due anni”. Corte vana: quando ha lasciato la Fiorentina, infatti, Veretout è andato alla Roma. Ora è difficilissimo strapparlo alla formazione giallorossa. Sta facendo molto bene ed è diventato in poco tempo leader e goleador.

LEGGI ANCHE >>> Gattuso ne ha persi altri due

Il Napoli continua a seguirlo ma poteva provarci davvero nel 2018 quando arrivò Ancelotti. In quel caso, però, gli azzurri scelsero Elmas e Veretout, che aveva aperto al Napoli, andò alla Roma. Col senno di poi, un’ottima scelta. E più di un rimpianto per il club di De Laurentiis che, invano, in questi mesi, ha provato ad acquistarlo, rimediando all’errore del passato. Ma adesso è troppo tardi.