Serie A, la cronaca di Lazio-Sampdoria 1-0

Lazio e Sampdoria in azione
Lazio-Sampdoria (GettyImages)

Alle 15 scende in campo la Serie A, il primo match di questo sabato di campionato italiano si gioca all’Olimpico. Lazio contro Sampdoria. 

Il calcio spezzatino della Serie A ha già preso il via ieri, con due match giocati alle 18.30 ed alle 20.45. Si prosegue oggi, con il primo match del sabato che vedrà di fronte Lazio e Sampdoria. I biancocelesti hanno vissuto le ultime settimane su livelli decisamente elevati. L’ultima sconfitta, patita contro l’Inter, rappresenta soltanto una piccola macchia su un percorso che tiene la squadra di Simone Inzaghi ai piani alti della classifica. Guai ad abbassare la guardia, ovviamente, e cosi anche il match di oggi assume un valore decisamente importante.

La Sampdoria di Ranieri, infatti, arriva da due risultati utili consecutivi, ed in generale vive un momento positivo rispetto a qualche settimana fa. Anche l’ultima vittoria, conquistata in casa contro la Fiorentina, ha dato grande morale a tutto l’ambiente blucerchiato, che adesso cerca continuità. Contro la Lazio, va da sé, l’impresa è assai ardua.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Lazio-Sampdoria, formazioni ufficiali

I biancocelesti scenderanno in campo con il consueto 3-5-2. Reina, ovviamente, confermatissimo tra i pali. Difesa a tre composta da Patric, Acerbi e Musacchio che ha vinto il ballottaggio. Sugli esterni di centrocampo agiranno Marusi e Lulic, quest’ultimo finalmente pronto a dare il suo contributo per la causa. Milinkovic-Savic, Luis Alberto e Luca Leiva comporranno il muro di centro. In avanti confermato, ovviamente, Ciro Immobile al cui fianco agirà Correa.

LEGGI ANCHE >>> Il doppio improvviso sorriso per il Napoli e Gattuso

La Sampdoria, invece, propone un 4-4-2 classico. Audero tra i pali, mentre Ferrari ed Augello saranno i terzini della difesa a quattro, con al centro Yoshida e Colley. Gli esterni di centrocampo saranno Candreva e Ramirez, con con Ekdal e Silva a completare il centrocampo. In attacco, ovviamente, Quagliarella dal primo minuto al fianco di Keita.