Serie A, Juventus-Crotone 3-0

Juventus e Crotone in campo
Juventus-Crotone (GettyImages)

Alle 20.45 luci accese all’Allianz Stadium per l’ultimo match di questo “lungo” weekend di Serie A, si affronteranno Juventus e Crotone. 

La corsa Scudetto ha visto nel weekend uno slancio considerevole da parte dell’Inter di Antonio Conte, vincente nel derby contro il Milan e dunque lanciata in vetta alla classifica del campionato, ad ora con 4 punti di vantaggio sui rossoneri. Non una distanza siderale, sia chiaro, ma per i nerazzurri il vantaggio può rivelarsi importante anche in funzione dell’assenza di altri impegni, aspetto che può favorire la compagine allenata da Conte.

Alla corsa vuole restare ancorata, però, anche la Juventus che stasera proverà a raccogliere punti per tenere il passo ed avvicinare in maniera stretta proprio il Milan di Pioli. I bianconeri al momento sono sesti, ma vincendo stasera compierebbero un balzo avanti portandosi al terzo posto con solo 4 punti di ritardo sui rossoneri, dunque 8 sui nerazzurri.

L’avversario, sulla carta, è ampiamente abbordabile. Il Crotone di Stroppa è il fanalino di coda in classifica, aspetto questo che costringe proprio i calabresi a dare il tutto per tutto per portare a casa punti in qualsiasi circostanza, anche se di fronte ci si trova Cristiano Ronaldo e compagni.

Ecco perchè la Juventus, nonostante i favori del pronostico, non potrà assolutamente prendere l’impegno sotto gambe. Il rischio, infatti, è di incappare in un risultato negativo e clamoroso.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Juventus-Crotone, le probabili formazioni

C’è emergenza in casa bianconera, soprattutto nel reparto difensivo: Buffon sarà il titolo, in modo da concedere un turno di riposo a Szczesny. Davanti a lui spazio a Danilo, De Ligt (recuperato dopo i crampi col Porto), Demiral e Alex Sandro. In avanti Ronaldo sarà accompagnato da Kulusevski.

LEGGI ANCHE >>> La clausola voluta da Raiola nel contratto di Donnarumma: la cifra

Per il Crotone, invece, Stroppa dovrebbe proporre un’inedita difesa a quattro, con Pedro Pereira abbassato sulla linea di Magallan, Marrone e Luperto. Ounas e Di Carmine comporranno il duo offensivo.