Champions League, la cronaca di Atalanta-Real Madrid 0-1

Atalanta e Real Madrid in azione
Atalanta-Real Madrid (GettyImages)

Alle 21 scende ancora in campo la Champions League, stavolta tocca all’Atalanta di Giampiero Gasperini contro il Real Madrid.

Un impegno che in quel di Bergamo attendono ormai da mesi, una sfida stellare che porta l’Atalanta a raccogliere i frutti di anni di programmazione. Quello contro il Real Madrid, infatti, è un match di quelli che fanno tremare le gambe, e la Dea si ritrova a sfidare una delle squadre più importanti del pianeta. Clima teso, entusiasmo alle stelle, tutti elementi che condiscono una sfida che di sicuro in quel di Bergamo non dimenticheranno.

La squadra di Gasperini arriva all’impegno, tra l’altro, con diverse note positive che fanno di sicuro ben sperare. In primis la larga vittoria contro il Napoli di Rino Gattuso, un modo ottimale per arrivare ad una super sfida come quella contro i blanco. I nerazzurri, inoltre, non perdono una partita dall’ormai lontano 31 gennaio, e prima ancora bisogna addirittura risalire al 28 novembre per ritrovare un altro insuccesso. La corazzata nerazzurra, dopo un iniziale periodo di assestamento, sembra aver finalmente trovato la quadra giusta per proseguire la stagione.

Dall’altra parte c’è il Real Madrid di Zidane che, ad onor del vero, arriva con lo stesso entusiasmo ed con un filotto di vittorie che tiene alto l’entusiasmo, soprattutto dopo le grandi critiche subite dall’allenatore francese. Sono quattro, infatti, le vittorie consecutive della squadra spagnola imbattuta in una sola sconfitta nelle ultime sei gare. Un bottino positivo, che rende ancora più temibile (ovemai fosse necessario) la corazzata blanca.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Atalanta-Real Madrid, formazioni ufficiali

L’unico ballottaggio in casa nerazzurra riguardava Ilici e Duvan, ed alla fine l’ha spuntata il colombiano che partirà dal primo minuto al fianco di Muriel. Ci sarà Pessina, come al solito, ad agire sulla trequarti.

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti; Maehle, de Roon, Freuler, Gosens; Pessina; Muriel, Zapata

LEGGI ANCHE >>> Dybala è andato a Barcellona: la Juve trema

Per il Real, invece, Zidane ha stilato la formazione migliore possibile, al netto delle tantissime assenze in casa spagnola. In difesa, ad esempio, mancheranno giocatori come Carvajal, Sergio Ramos e Marcelo.

REAL MADRID (4-3-3): Courtois; Lucas Vazquez, Varane, Nacho, Mendy; Modric, Casemiro, Kroos; Asensio, Isco, Vinicius