Serie A, la cronaca di Spezia-Cagliari 2-1

I calciatori dello Spezia esultano
Bastoni (Getty Images)

Alle 18 si gioca l’ultimo anticipo di questo sabato di Serie A, visto il rinvio di Inte-Sassuolo a causa del focolaio Covid in casa nerazzurra. Scendono in campo Spezia e Cagliari.

Sono pochissimi i punti che dividono Spezia e Cagliari, appena quattro. Ecco perchè la sfida che si giocherà oggi alle 18 rappresenta un vero e proprio scontro salvezza, con i liguri che ospiteranno la compagine rossoblu in una sfida dove i tre punti assumono di netto un valore molto importante per entrambe le squadre.

Tra le due se la passa di sicuro peggio la squadra sarda, terz’ultima in classifica ma con un gran voglia di risalire presto la china. La verità è che l’arrivo di Leonardo Semplici, subentrato al posto di Eusebio Di Francesco, pare aver dato quella scossa che tutti i tifosi attendevano. In quattro partite due vittorie, un pareggio ed una sola sconfitta, l’ultima contro la Juventus.

Dall’altra parte, invece, lo Spezia continua a convincere grazie al grande lavoro fatto da Vincenzo Italiano, ma soprattutto una squadra che sta continuando a mostrare un processo evolutivo molto importante. Vero è che gli ultimi risultati non sono particolarmente incoraggianti, con due pareggi e tre sconfitte nelle ultime cinque partite. Di fatto la vittoria manca dal 13 febbraio.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Spezia-Cagliari, le probabili formazioni

Vincenzo Italiano si affida al tridente che vedrà Farias da un lato e Gyasi dall’altro, con Piccoli che dovrebbe fungere da riferimento centrale. Ricci nel terzetto di centrocampo proverà a dirigere i lavori in mezzo al campo.

SPEZIA (4-3-3): Zoet; Vignali, Ismajli, Erlic, Marchizza; Leo Sena, Ricci, Maggiore; Farias, Piccoli, Gyasi.

LEGGI ANCHE >>> La prima cessione certa della Roma

Leonardo Semplici si affiderà ancora a Joao Pedro e Pavoletti nel duo d’attacco del suo 3-5-2. Sugli esterni spazio a Nandaz e Lykogiannis.

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Ceppitelli, Godin, Rugani; Nandez, Marin, Duncan, Nainggolan, Lykogiannis; Pavoletti, Joao Pedro.