La Roma ci prova: fuori Dzeko, dentro Icardi

mauro icardi
Mauro Icardi (Getty Images)

Il mercato della Roma sta già prendendo forma, in particolare nella ricerca del successore di Edin Dzeko. Il nome caldo è quello di Icardi.

A distanza di mesi dalla fine della stagione 2020/21 e dall’inizio della sessione estiva del calciomercato, la Roma sta già lavorando sui progetti futuri, tutti finalizzati a rinforzare la rosa investendo anche in maniera importante.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Il GM Tiago Pinto sta lavorando instancabilmente, incaricato dalla famiglia Friedkin, alla ricerca di sostituti in ruoli ritenuti chiave da tutta la gestione sportiva del club. Ad oggi sono due le problematiche da affrontare per costruire una squadra ancora più competitiva di quella altalenante di quest’anno, capace comunque di competere per la qualificazione alla prossima edizione della Champions League e ancora in corsa in Europa League.

La prima questione da risolvere è quella relativa all’ormai ex capitano e stella della squadra, il bosniaco Edin Dzeko che nonostante lo stipendio da top player non ha garantito la continuità di prestazioni necessaria ad una “big” per essere ritenuta tale, il tutto anche, se non soprattutto, a causa dei problemi di convivenza con l’allenatore Fonseca. La seconda situazione scomoda riguarda il portiere Pau Lopez, autore di una stagione definibile, senza timore di essere corretti, inadeguata. Trovare un portiere che possa dare al reparto difensivo e a tutta la squadra sicurezza è diventata una priorità.

La Roma è pronta ad investire indipendentemente dai risultati

dusan vlahovic
Dusan Vlahovic, obiettivo della Roma (Getty Images)

La situazione finanziaria (non solo della Roma) non permette spese insensate, ma la dirigenza giallorossa non sembra intenzionata a farsi sfuggire l’occasione di investire sull’organico grazie al congelamento del fair play finanziario. Il raggiungimento degli obiettivi sportivi potrebbe dare alla Roma una notevole spinta, ma non è ritenuto condizione necessaria. Dzeko dovrebbe partire, riducendo di 7,5 milioni il monte ingaggi, Borja Mayoral dovrebbe essere confermato e il suo riscatto posticipato al 2022.

La suggestione per i tifosi romanisti oggi è una e si presenta sotto il nome di Mauro Icardi, attaccante letale di caratura internazionale, famoso un tempo solo per i suoi gol, oggi anche per il gossip che nulla toglie alle sue qualità di calciatore. L’argentino è sotto contratto con il PSG che sembra disposto a liberarsene per questioni di bilancio, prendendo in considerazione l’ipotesi di un prestito con diritto di riscatto. L’ingaggio di Maurito è comunque molto alto, l’operazione resta quindi complessa, ma non impossibile.

LEGGI ANCHE >>> Theo si confessa: al Milan “per sempre”, gli scherzi con Ibra e il sogno con Lucas

L’ex giocatore dell’Inter non è l’unica opzione però: sotto la lente degli osservatori della Roma sono finiti anche Andrea Belotti e Dusan Vlahovic, due bomber di razza in grado di sostenere il peso offensivo di una squadra che desidera salire di livello. Il serbo presenta il vantaggio della giovane età (21 anni) e della possibilità di costruire attorno a lui un progetto a lunghissimo termine. La partenza di Dzeko resta comunque il primo necessario passo per la transizione verso un futuro fatto possibilmente di investimenti e successi, almeno stando alle speranze dei tifosi giallorossi.