Fiorentina, ora è ufficiale ciò che tutti sapevano

Commisso
Commisso (Getty Images)

La Fiorentina ha ufficializzato il ritorno in panchina di Beppe Iachini: il tecnico era stato esonerato a novembre

Le dimissioni di Cesare Prandelli hanno costretto la Fiorentina a tornare al passato: la squadra viola si è affidata nuovamente a Beppe Iachini, tecnico esonerato lo scorso 9 novembre. L’annuncio ufficiale è arrivato questa mattina con una nota stringata: “ACF Fiorentina comunica di aver affidato la guida tecnica della Prima Squadra a Beppe Iachini. – scrive la società viola – Il tecnico dirigerà il suo primo allenamento al Centro Sportivo Davide Astori e riprenderà contatto con la squadra nella mattinata di oggi”. Dopo l’annuncio quindi Iachini scenderà subito in campo e ritroverà i calciatori lasciati a novembre dopo il pareggio contro il Parma.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Iachini
Iachini (Getty Images

Fiorentina, Iachini torna in panchina: cosa cambia

Ieri la notizia delle dimissioni di Prandelli: una lunga lettera scritta dal tecnico spiega i motivi della sua decisione. L’allenatore ha capito di non essere più adatto al mondo del calcio ed allora ha deciso di farsi da parte. La Fiorentina si è trovata così nella necessità di cambiare nuovamente allenatore e Commisso ha preferito richiamare Iachini.

LEGGI ANCHE >>> Addio Gattuso, ma De Laurentiis ha già incassato due no

Il tecnico aveva guidato la Viola nelle prime sette partite di campionato, raccogliendo 8 punti. Una media di 1,14 punti a partita che con Prandelli poi non è salita: l’ormai ex tecnico si è seduto sulla panchina della Fiorentina in campionato per ventuno volte raccogliendo ventuno punti. La squadra toscana si trova ora con 29 punti in classifica al quattordicesimo posto con sette lunghezze di vantaggio sulla zona pericolo. Toccherà a Iachini chiudere il discorso salvezza, poi sarà ancora rivoluzione. A giugno la Fiorentina sceglierà un nuovo allenatore: Gattuso, al momento, è quello in testa alle preferenze di Commisso. Ma in tre mesi tutto può ancora succedere.