A Mertens é scappata una confessione sul futuro

Mertens pensieroso
Mertens (Getty Images)

Dries Mertens è stato intervistato da HLN dove si è soffermato su cosa farà quando si ritirerà dal calcio giocato

Dries Mertens è tornato dall’infortunio e il Napoli ha ricominciato a giocare bene e a vincere. Il belga non è ancora al top della condizione, ma i suoi movimenti e il suo fiuto del goal sono indispensabili per la squadra di Gattuso.

Mertens dopo la doppietta alla Roma, che ha regalato tre punti fondamentali agli azzurri nella lotta Champions, ha risposto alla convocazione del Belgio che giocherà questa sera contro il Galles in una partita valida per le qualificarsi al Mondiale del 2022.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Mertens batte una punizione sulla Roma
Mertens (Getty Images)

”A Napoli sto vivendo una favola”

L’attaccante partenopeo, dal ritiro con la sua nazionale, è stato intervistato da HLN: ”Futuro? Non allenerò perché è troppo stressante. I tecnici sono sempre stanchi. Adesso voglio continuare ad essere un calciatore, a volte credo di poter giocare fino a 40 anni, mentre in altre circostanze penso che non ho ancora figli e se mi dovessi fermare potrei viaggiare per il mondo. Sarebbe bello scoprire cose nuove, ma adesso siamo in una bolla dove ci sono solo calcio, hotel, voli e partite”.

LEGGI ANCHE >>> Napoli, il rinnovo che è sinonimo di cessione

Mertens ha poi proseguito: ”Che farò dopo che mi sono ritirato? Vivrò in Belgio, vedo troppo poco i miei nipotini. Ho parlato con mia moglie Kat di voler tenere il mio splendido appartamento a Napoli, ma sarà difficile. A Napoli sono un re, ma basta un attimo per perdere il trono. Per il momento sto vivendo una favola. Non ho paura che la gente si dimentichi di me”.