De Laurentiis è una furia: il via della prossima serie A è a rischio

Napoli serie A De Laurentiis diritti tv
De Laurentiis (GettyImages)

Il presidente del Napoli De Laurentiis furioso per la situazione legata ai diritti tv della serie A: ce l’ha con tutti, Figc compresa

Aurelio De Laurentiis tuona. Il presidente del Napoli ha minacciato di non far cominciare il prossimo campionato. Il suo duro sfogo non è passato inosservato al “Corriere della Sera” che lo ha raccolto e proposto ai suoi lettori. L’origine del malessere esternato dal patron del Napoli sono da ricercare nelle tensioni che si respirano all’interno della Lega di serie A.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Napoli serie A De Laurentiis diritti tv
Dal Pino e Gravina (GettyImages)

Diritti tv, l’attacco di De Laurentiis a Gravina: “La Figc è diretta da incompetenti e incapaci, blocco la serie A”

La situazione intorno alla Lega di serie A non è semplice. La Figc, ha spiegato il quotidiano milanese – ha chiesto che si adegui ai principi informatori del Coni e alle regole della Federcalcio e lo ribadirà anche oggi.
I temi più caldi vertono intorno ai diritti televisivi. La maggioranza a 14 è ancora lontana dall’essere raggiunta. Non è ancora stato trovato un accorto intorno alla distribuzione della quota legata al numero degli spettatori.
Proprio questa situazione ha spazientito Aurelio De Laurentiis che si sarebbe sfogato all’uscita dalla commissione Var. “Cosa mi interessa dei correttivi se non riportiamo la gente agli stadi? Non faccio iniziare il campionato e vi denuncio tutti” avrebbe detto De Laurentiis secondo quanto riportato dal “Corriere della Sera”. Il presidente del Napoli si è scagliato contro Gabriele Gravina. Ha parlato ancora infatti di gestione affidata a “incapaci e incompetenti”.

I dissidi che si sono registrati avrebbero spazientito il presidente della Figc Gabriele Gravina, che stando a quanto scrive ancora dal “Corriere della Sera” avrebbe ormai raggiunto il limite della sopportazione in seguito a tutte le critiche ricevute nell’ultimo periodo.

LEGGI ANCHE >>> Gosens, è davvero cara la maglia della Juventus

Il dibattito intorno ai temi televisivi resta ancora molto acceso ed è destinato a proseguire. Oltre alla ripartizione, c’è anche molta perplessità riguardo Dazn, a cui nei giorni scorsi i presidenti dei club di serie A hanno fatto giungere una mail chiedendo chiarimenti sul modo in cui la piattaforma di streaming del Regno Unito intenda migliorare la qualità del suo servizio.