“Mai con un’altra maglia”. Così parlò il capitano della Juventus

giorgio chiellini
Giorgio Chiellini (Getty Images)

Il difensore della Juventus Giorgio Chiellini esclude in un intervista un futuro a tinte diverse da quelle bianconere.

Giorgio Chiellini è un’istituzione del calcio italiano. Il trentaseienne originario di Pisa è considerato, a seguito di una lunga carriera giocata ad altissimo livello, uno dei migliori difensori a livello europeo (quando in condizione).

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Chiellini è entrato nella fase finale del suo percorso da calciatore professionista, come provato dagli infortuni che lo costringono sempre più spesso a degli stop forzati. Grazie al suo animo battagliero, resta, in una stagione in cui ha racimolato (finora) solo 19 presenze fra tutte le competizioni, una bandiera della Juventus, uno dei giocatori più amati dai tifosi bianconeri.

Chiellini è arrivato alla Juventus dai rivali della Fiorentina

chiellini italia
Chiellini è ancora un elemento di rilievo della nazionale italiana (Getty Images)

In rosa dal 2005, ha dimostrato anno dopo anno, partita dopo partita, la propria dedizione alla causa del club che lui stesso ha aiutato a riportare ai massimi livelli. Un impegno che l’ha portato oggi ad essere il capitano “de facto” della Juventus. Nonostante ciò, con l’avvicinarsi della scadenza del contratto, non sono mancate voci che lo volevano lontano da Torino e dal progetto della Vecchia Signora.

LEGGI ANCHE >>> I tre motivi per cui Florenzi sarebbe perfetto per l’Inter

Ci ha pensato lui stesso, intervistato ai microfoni di ‘Sky Sport’, a fugare ogni dubbio relativo al suo futuro ormai prossimo: “Durante la sosta sembrava che il mio rinnovo e quello di Buffon fossero un problema, ma non è così. Non lo siamo mai stati e non lo saremo mai”. Chiellini è andato poi nello specifico, con un’affermazione che sa di dichiarazione d’amore per la sua attuale squadra: “Con tutto il rispetto non giocherei con un’altra maglia in Italia o in Europa, è fantamercato”. Le ultime parole sono per la prossima importantissima sfida di campionato, che vedrà la Juventus impegnata nello scontro diretto con l’Atalanta: “Non è attuale, adesso siamo tutti concentrati su Zapata, Muriel e Malinovskyi. Ho già tanti pensieri nel star dietro a loro, tutto il resto verrà dopo ed è lontanissimo dalla mia concentrazione attuale”