Lazio-Milan, Pioli recrimina: “E’ impossibile non vedere quel fallo”

Pioli dà indicazioni
Pioli (Getty Images)

Stefano Pioli ha analizzato la sconfitta del Milan nel match contro la Lazio. Non manca la preoccupazione per la corsa Champions.

Stefano Pioli è intervenuto ai microfoni di ‘Sky Sport’ nel post gara di Lazio-Milan. Ecco quanto dichiarato ai microfoni dell’emittente satellitare: “E’ andata che come spesso succede gli episodi fanno storia a sé. Abbiamo giocato meglio nel primo tempo, dovevamo pareggiare visto che avevamo avuto le occasioni. Mi aspettavo di più dalla mia squadra”.

Pioli sul contatto Leiva-Calhanoglu

“La gara è diventata complicata sul 2-0. Quello di Leiva su Calhanoglu era fallo, non vedo come possa essere diversamente. E’ impossibile che non sia evidente che Lucas Leiva non prende il pallone. Noi dobbiamo fare di più, mi aspettavo di più. Adesso dobbiamo reagire subito, questa è una sconfitta pesante. Non è questione di paura, abbiamo messo la Lazio nella zona in cui predilige giocare. E’ chiaro che dovevamo cercare di tenere la gara in parità o addirittura di andare in vantaggio. Abbiamo avuto occasioni, bastava poco per tradurle in gol. L’episodio del secondo gol? Dopo è diventato tutto ancora più complicato”.

Orsato al VAR
Orsato (Getty Images)

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Su Ibrahimovic e lo spogliatoio

“Adesso dobbiamo pensare a chiudere il nostro campionato senza delusioni. Ibrahimovic contro il Benevento? Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti. Non ci voleva l’assenza di Ibra. Dovrebbe essere a disposizione per sabato, vedremo nei prossimi giorni. Sapevamo che non dovevamo rimanere in due contro uno contro Immobile e Correa, servivano coperture preventive. Dovevamo stare più attenti perché conoscevamo le loro caratteristiche. Credo che i miei calciatori siano delusi, che abbiano la mia stessa faccia. Non è stata una partita pessima ma bisogna fare di più”.

Sulla corsa Champions League

“La corsa Champions si complica molto, gli avversari vanno forte. Siamo lì, non dobbiamo piangerci addosso. Sappiamo cosa serve per fare meglio. Io so di allenare una squadra intelligente e con grande carattere, mi aspetto una reazione importante. La squadra saprà tirare fuori il massimo, dobbiamo fare prestazioni migliori e tornare a vincere. Mancano poche partite, i punti sono pesantissimi. Siamo lì, lottiamo con grandi squadre. Abbiamo l’occasione per dimostrare che siamo una grande squadra”.