Beppe Bergomi in soccorso del Milan: “Fallo sul secondo gol”

giuseppe bergomi
Beppe Bergomi (Getty Images)

Dopo il duro colpo subito dalla Lazio, al Milan non resta che preoccupazione e qualche recriminazione, condivisa da Beppe Bergomi

Le cose per il Milan cominciano ad farsi difficili. La sconfitta subita dalla Lazio fa si che per la prima volta in tutta la stagione i rossoneri non siano più i soli artefici del proprio destino. Una sorpresa, pensando soprattutto alla squadra in grado di chiudere la prima metà di stagione imbattuta e in vetta alla classifica.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Ciò non cancella però che il Milan delle ultime settimane abbia mostrato molti limiti e debolezze. Rosa corta, con una stella, Zlatan Ibrahimovic, che non è stata in grado di garantire la sua presenza in fasi importanti della stagione. Allo stesso tempo una squadra giovane che ha peccato anche d’esperienza. Il 3-0 con cui la Lazio ha portato a casa la partita è un risultato giusto, il Diavolo ha dato impressione di essere affaticato e privo di idee.

ciro immobile esulta
Ciro Immobile esulta dopo il terzo gol della Lazio (Getty Images)

Come Bergomi, l’allenatore del Milan Stefano Pioli ha lamentato il fallo

Durante i 90 minuti i giocatori del Milan hanno avuto in compenso le energie per contestare la decisione dell’arbitro Orsato in occasione del gol del 2-0, messo a segno dallo scatenato Joaquin Correa. Rossoneri che chiedevano a gran voce il fallo di Lucas Leiva per un contrasto con Calhanoglu, che ha dato il via all’azione dei biancocelesti. Richiamato al VAR, Orsato ha deciso che non c’erano gli estremi per annullare un altro gol alla Lazio.

LEGGI ANCHE >>> Lazio con un Correa devastante, Milan deludente: 3-0 all’Olimpico

Milan che ha trovato nel post partita il più inaspettato degli alleati: la bandiera dell’Inter Beppe Bergomi. Il commentatore di ‘Sky’ ha detto chiaramente: “A me sembrava fallo. Sarebbe bello che ci spiegassero a fine partita, quel che abbiamo visto noi e quel che hanno visto loro. Così ci fanno capire perché a me sembrava fallo”. Risultato che non cambierà, il posto del Milan nella prossima Champion League è estremamente a rischio, considerato anche il calendario delle contendenti.