Lazio, dimissioni a sorpresa: lo scenario che scuote (di nuovo) Lotito

Claudio Lotito in conferenza
Claudio Lotito (Getty Images)

Con Simone Inzaghi pare si sia arrivata alla pace. Ma per il presidente Lotito potrebbe aprirsi un’altra spigolosa questione. 

Pace fatta con Simone Inzaghi. Dopo aver avuto mesi turbolenti, con l’allenatore biancoceleste alla ricerca di un rinnovo che non arrivava mai, proprio nelle ultime ore sembra essere arrivato il sospirato accordo che legherà ancora il tecnico alla compagine biancoceleste per i prossimi anni.

Ieri, infatti, c’è stato l’incontro tra Inzaghi e Lotito nel tentativo di trovare un accordo per proseguire insieme. L’intesa c’è, e cosi l’allenatore proseguirà la sua già lunga avventura sulla panchina della Lazio, di fatto confermandosi assolutamente in sintonia con la società rispetto a quello che andrà fatto per le prossime stagioni.

La squadra capitolina non ha centrato l’obiettivo della Champions, ma già dal prossimo anni si proverà nuovamente a tornare tra le prime quattro e riportare in alto la piazza. Ma se con Inzaghi si andrà avanti a vele spiegate, c’è qualche altro problemino che potrebbe sorgere in casa biancoceleste.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Igli Tare in conferenza
Igli Tare (Getty Images)

Lazio, Tare e le possibili dimissioni: gli scenari

Se con Inzaghi, come detto, alla fine si è raggiunta una quadra che permetterà di continuare insieme, sembra che qualcosa possa cambiare a livello dirigenziale. Quella di Igli Tare con la Lazio, infatti, potrebbe essere un’avventura sul viale del tramonto.

LEGGI ANCHE>>> Inter, due nuovi nomi a sorpresa per sostituire Conte

Secondo quanto riportato da Il Messaggero, infatti, il dirigente albanese pare non sia poi cosi certo di proseguire il suo percorso in casa biancoceleste. Sarebbe proprio Tare – si legge – disposto a rassegnare le proprie dimissioni qualora non si ritrovassero le condizioni tali da consentire di andare avanti con unità di intenti. Il tutto sarebbe legato, poi, alla volontà da parte di Lotito di affidare la Primavera a Bianchessi, eventualità che non andrebbe giù – si legge – all’attuale direttore sportivo.

Un risvolto che avrebbe del clamoroso, e costringerebbe il presidente Lotito a rivedere la struttura dirigenziale del club. Le prossime settimane, dunque, saranno decisive per capire quanto sia concreta la possibilità che le strade di Tare e Lazio possano separarsi da qui ai prossimi mesi.