“Se prendo Ronaldo e Lozano?”: Ancelotti spiazza tutti in conferenza

Ancelotti con l'Everton
Carlo Ancelotti (Getty Images)

Il nuovo allenatore del Real Madrid, Carlo Ancelotti, ha parlato anche della possibilità di portare in squadra Lozano e Cristiano Ronaldo. 

Carlo Ancelotti, nuovo tecnico del Real Madrid, è tornato da Florentino Perez dopo il biennio blanco dal 2013 al 2015. L’allenatore ha lasciato l’Everton praticamente su due piedi, ritenendo irrinunciabile la proposta da parte della squadra spagnola. In conferenza stampa si è ripresentato al pubblico ed ha parlato anche di alcuni calciatori, come Hirving Lozano.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Real Madrid, Lozano e Cristiano Ronaldo con Ancelotti?

Ancelotti in panchina con l'Everton
Carlo Ancelotti (Getty Images)

É bastato poco per accostare il messicano alla maglia del Real Madrid, considerato che fu proprio Ancelotti a volerlo a Napoli e a spingere la società di De Laurentiis a un investimento che, prima di Victor Osimhen, era il più caro della storia del club: “Voglio bene a Lozano, ma non posso dire se potrà essere in questo Real. Dovremo fare molte valutazioni e capire come muoverci”.

LEGGI ANCHE >>> “Firma e va via in prestito”: l’accordo tra Donnarumma ed il suo nuovo club

Di considerazioni però Ancelotti ne ha fatte anche su Cristiano Ronaldo, che sembra sempre in procinto di lasciare la Juventus: “Non mi piace parlare di calciatori che sono sotto contratto con altri club. Ho affetto per lui, sono felice che stia facendo ancora molto bene. Un giornalista mi ha chiesto se Cristiano fosse a fine carriera e io ho detto di sì, perché fa solo 35 gol e sta rallentando, rispetto ai 50 di prima”.

Infine, un commento sulla sua nuova avventura: “L’affronto con energia e responsabilità, si tratta del miglior club del mondo.  È normale avere più responsabilità che in altri luoghi. Lo accetto e lo farò come l’ho fatto in passato. Non parlo di Zidane perché non conosco il suo rapporto col presidente, posso solo dire che chiaramente, quando mi ha chiamato il Real Madrid, io non ho avuto dubbi”.