L’Italia cala il poker: Repubblica Ceca schiantata 4-0

L'esultanza della Nazionale dopo un gol
L'esultanza della Nazionale dopo il gol di Barella (Getty Images)

A Bologna l’Italia batte 4-0 la Repubblica Ceca nell’ultimo test match prima di Euro 2020: in gol Immobile, Barella, Insigne e Berardi

Una bella Nazionale schianta 4-0 la Repubblica Ceca nell’ultimo test match prima dell’esordio a Euro 2020, tra una settimana esatta all’Olimpico contro la Turchia. Nella partita di stasera, di fronte ai mille presenti all ‘Dall’Ara’ di Bologna, gli azzurri risolvono la pratica con due gol per tempo, in un match sempre in controllo.

Mancini schiera l’Italia con il consueto 4-3-3: Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Barella, Jorginho, Locatelli; Berardi, Immobile, Insigne. Grosso modo si tratta dell’undici che verrà riproposto all’esordio contro i turchi.

La Repubblica Ceca, guidata da Jaroslav Silhavy, si dispone invece con un 4-1-4-1: Pavlenka; Coufal, Brabec, Celustka, Boril; Kral; Masopust, Darida, Barak, Jankto; Krmencik. I cechi sono inseriti nel gruppo D della rassegna continentale, lo stesso dell’Inghilterra.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

L'esultanza di Ciro Immobile
Ciro Immobile (Getty Images)

Italia-Repubblica Ceca 4-0: c’è l’esordio di Raspadori

L’Italia prova da subito a fare la partita. Tuttavia, poco prima del ventesimo minuto, Bonucci tiene tutti in apprensione: il difensore della Juve subisce una torsione innaturale del ginocchio e rimane a lungo a terra, facendo temere per il peggio. Dopo essere uscito dal terreno di gioco, il numero 19 riesce tuttavia a riprendersi e a rientrare in campo. Poco dopo arriva anche il vantaggio azzurro, con Ciro Immobile al 23′. Al 42′ Barella raddoppia, grazie a un tiro dal limite deviato da un avversario.

Nel secondo tempo, la Repubblica Ceca inserisce subito una vecchia conoscenza del nostro campionato, Patrik Schick. Ma il copione della partita non cambia: l’Italia gioca, e bene. Mancini inserisce Cristante, Emerson e Acerbi, poi Lorenzo Insigne festeggia con un gol il suo trentesimo compleanno, ben servito da un filtrante di Immobile: al 66′ è 3-0. Sette minuti più tardi va in rete anche Domenico Berardi per il definitivo poker.

LEGGI ANCHE>>> Tutti vogliono il grande escluso dagli Europei

Nel finale c’è tempo anche per l’esordio in maglia azzurra di Giacomo Raspadori, subentrato assieme a Chiesa e Toloi. Si tratta dell’ottava vittoria consecutiva per la Nazionale di Roberto Mancini, nonché dell’ottava gara consecutiva senza prendere gol: un record. Con l’Italia che, a questo punto, si presenta all’Europeo nel miglior modo possibile.