Il mattatore Locatelli: “Io inamovibile? Vi svelo il mio desiderio”

Locatelli fa segno 'ok' con il pollice
Manuel Locatelli (Getty Images)

Locatelli dopo Italia-Svizzera: “Il primo gol il più bello, ma non sono inamovibile. Spero che rientri Verratti, fa la differenza”

Manuel Locatelli, che stasera è stato il man of the match grazie alla doppietta contro la Svizzera, al termine della partita è stato subito intervistato dai microfoni della Rai e di Sky.

Queste le dichiarazioni del centrocampista azzurro, apparso emozionato ma anche estremamente deciso: “Devo dire che lo stop per la pandemia mi ha ‘aiutato’, se si fosse giocato un anno fa probabilmente non avrei disputato gli Europei in maglia azzurra”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Mancini dà la mano a Locatelli
Mancini dà la mano a Locatelli (Getty Images)

Locatelli: “Speriamo di regalare agli Italiani una gioia ogni 90 minuti”

Sui gol di stasera: “Il primo è il più bello, per la costruzione nel complesso. Di solito io non accompagno così l’azione, ero galvanizzato dal lancio e sono andato a concludere”.

La dedica: “Ne faccio due, una per gol. La prima alla mia fidanzata e ai miei genitori, la seconda a tutti gli italiani, che stanno ancora soffrendo: speriamo di regalargli gioie così ogni 90 minuti”.

LEGGI ANCHE>>> Euro 2020, la cronaca di Italia-Svizzera 3-0

Sulla forza della squadra: “Questo è un gruppo fantastico, mi ha accolto benissimo. Io inamovibile? No, macché. Anzi, spero che Verratti torni presto: è un giocatore fortissimo e fa la differenza”.

E sul rientro del centrocampista del PSG si esprime subito dopo anche Nicolò Barella, che alla domanda: “Come si fa a togliere un Locatelli così?” risponde sorridendo: “Ma non è detto che sia lui a dover lasciare il posto a Marco, potrei uscire anche io“. Segno che all’interno dello spogliatoio azzurro si respira davvero un gran bel clima.