“Non è razzista, non lo conoscete”: la campionessa difende Gattuso

Gattuso in Napoli-Verona
Rino Gattuso (Getty Images)

Carolina Morace è intervenuta in favore di Rino Gattuso dopo le accuse dei tifosi del Tottenham su Twitter sul fatto che sia contrario all’impiego delle donne nel mondo del calcio.

La conclusione del rapporto con la Fiorentina, a circa tre settimane dall’annuncio ufficiale della firma, avrebbe dovuto avere per Rino Gattuso un’evoluzione positiva e inattesa. A causa della discordanza sulle questioni di calciomercato, il tecnico ha interrotto il rapporto con l’ex tecnico del Napoli prima che il contratto venisse depositato in Lega. Tuttavia, ciò non l’ha preoccupato troppo: l’agente Jorge Mendes era già a lavoro per lui e aveva trovato la porta del Tottenham aperta, dopo l’addio di José Mourinho, per andare alla Roma.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Carolina Morace difende Gattuso dalle accuse dei tifosi del Tottenham

Morace sulla panchina della Lazio
Carolina Morace, Lazio (Getty Images)

Poteva concludersi con un’attesa accelerata, al punto che si è parlato della proposta di un biennale da 2,5 milioni di euro a stagione più bonus. Tuttavia, a frenare la trattativa è stato la volontà popolare. Non appena circolata la voce dell’accordo vicino, sui social dei tifosi del Tottenham si è scatenato l’hashtag #NoToGattuso. Pare che la campagna sia partita a causa di alcune dichiarazioni secondo il parere dei sostenitori del club inglese contro il matrimonio tra persone dello stesso sesso, in chiesa, e contro le donne nel mondo calcio.

LEGGI ANCHE >>> Biscotto dell’Italia? Le parole di Mancini arrivano puntuali

A tal proposito è intervenuta Carolina Moraca, allenatrice e dirigente sportiva e attuale tecnico della Lazio Women, la quale su Twitter ha difeso così l’ex allenatore del Napoli: “Io e Rino Gattuso abbiamo lavorato insieme al Milan e non abbiamo mai smesso di scambiarci idee e competenze professionali. Gattuso è contro ogni forma di discriminazione ed è una persona dalle doti rare. Chi afferma il contrario non lo conosce”.