“Scartato per le gambe”: l’insospettabile retroscena di Gosens

Gosens con il dito alzato
Gosens (Getty Images)

Gosens poteva non diventare un calciatore. A svelarlo è il padre del calciatore durante un’intervista a SPOX.

L’Atalanta in questi ultimi anni ha sorpreso sia in Italia che in Europa. La squadra nerazzurra è riuscito a cambiare la propria dimensione: dalla lotta salvezza a giocare partite di Champions contro Real Madrid, PSG  e Liverpool. Tra i protagonisti del team guidato da Gasperini c’è, sicuramente, Robin Gosens.

Il laterale sta disputando un grandissimo Europeo, dove ha segnato il gol che ha chiuso definitivamente la sfida tra la sua Germania e il Portogallo. Gosens ha attirato a sé l’attenzione di tanti club sia italiani che esteri. Secondo i media spagnoli, ci sarebbe anche il Barcellona sulle tracce del giocatore dell’Atalanta.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Gosens urla
Gosens (Getty Images)

Robin Gosens poteva essere un poliziotto

Il padre di Gosens, ha rilasciato alcune dichiarazioni a ‘SPOX’ riportata da ‘Goal ‘, ha svelato un curioso aneddoto sul giocatore bergamasco: “Era diventato quasi un ufficiale della Polizia. Non venne preso a causa delle sue gambe che erano diverse tra loro di 0,5 millimetri, ma aveva superato il primo test”.

LEGGI ANCHE >>> Sprint dell’Atalanta: colpo da 20 milioni made in Serie A

L’intervista è poi continuata: “Avrebbe ritentato l’anno successivo, ma poi ci fu la svolta con il Vitesse. Si è sempre trovato bene in Olanda”. Gosens è stato citato da Mario Draghi e da Angela Merkel durante una conferenza stampa bilaterale: “Siamo d’accordo che Gosens sia un ottimo calciatore”.