La bravata di Gosens è costata cara: “Come fosse un delitto”

Gosens in Portogallo-Germania
Gosens, Germania (Getty Images)

Il difensore dell’Atalanta, Robin Gosens, ha rivelato un dettaglio divertente rispetto a un ‘piccolo furto’ dopo aver conquistato la Champions con la Dea.

L’avventura in Champions League dell’Atalanta è stata praticamente da sogno. Né la piazza né la squadra potevano immaginare di percorrere in modo così intenso e ambizioso la passerella calcistica in assoluto più ambita in Europa e osservata dal mondo degli appassionati. La forza dell’Atalanta non è stata soltanto tecnica, sebben eccellente, bensì anche data dalla grande compattezza di un gruppo entusiasta. Vero è che spesso l’entusiasmo porta qualche goccia di follia.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Gosens e il furto per eccesso di… felicità

Gosens in Francia-Germania
Robin Gosens, Germania (Getty Images)

É quello che è successo, ad esempio, a Robin Gosens, che nella sua autobiografia ha fatto una rivelazione piuttosto divertente. Dopo la conquista della Champions, il calciatore è uscito a festeggiare con gli amici e di ritorno all’hotel hanno portato via un segnale dal traffico, fissato per strada in città.

LEGGI ANCHE >>> “Noi lo faremo”: il giocatore del Real Madrid ‘sfida’ l’Italia

“Questa è stata sicuramente una delle cose più tonte che ho fatto”, ha ammesso Gosens. Anche perché preso dall’euforia ha condiviso anche il video su Instagram ed è diventato immediatamente virale sia in Italia che in Germania. Il segnale è stato rimesso a posto il giorno successivo e il giocatore dell’Atalanta racconta sorridendo: “Mia madre mi mandò un link della Bild col titolo: ‘Un calciatore professionista dell’Atalanta ruba un segnale del traffico coi suoi amici’. Ma a colpirmi ancora di più fu il sottotitolo, ‘La banda dei Gosens’, come se avessimo compiuto un delitto”.