Tre nuovi moduli per la nuova Juventus di Allegri: tutte le novità

Allegri tornerà in panchina dopo due stagioni
Allegri (Getty Images)

La nuova Juventus di Allegri punterà forte sul 4-3-3, ma non è escluso che il tecnico bianconero possa affidarsi costantemente anche al 4-2-3-1 e al 3-5-2. Ecco cosa cambierà nel tema tattico juventino

Tre nuovi moduli per ridisegnare la Juventus in vista della prossima stagione. Allegri punterà con forte decisione sul 4-3-3, puntando su un centrocampo ricco di qualità e forza fisica. L’arrivo di Locatelli, da questo punto di vista, sarà fondamentale per puntellare la zona nevralgica di metà campo e permetterà ad Allegri di poter contare su un centrocampista completo.

Spazio al 4-3-3, ma attenzione anche al possibile passaggio al 4-2-3-1, con Dybala schierato nella posizione di trequartista alle spalle dell’unica punta. L’argentino potrebbe agire a sostegno di Ronaldo con Chiesa e Cuadrado schierati in posizione di esterni offensivi. In questo caso Bentancur e Locatelli agirebbero da interni di centrocampo

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Allegri sorride
Massimiliano Allegri (Getty Images)

Tre moduli per la nuova Juventus di Allegri: torna di moda anche il 3-5-2

Allegri potrebbe rispolverare anche il 3-5-2, il quale potrebbe permettere al tecnico juventino di puntare su una difesa rocciosa e centrocampo muscolare. Un modulo che potrebbe essere utilizzato solo nelle parti finali di gare dove magari ci sarà da difendere il risultato.

LEGGI ANCHE>>> Italia campione, è scontro istituzionale: “Chi ha autorizzato la festa?”

Difficilmente Allegri partirà dal 3-5-2 ai nastri di partenze, anche perchè questa scelta tattica potrebbe escludere dai giochi l’intraprendenza offensiva di Chiesa, il quale potrebbe agire in posizione di esterno sinistro, ma anche di esterno destro. Per il momento, quindi, il 4-3-3 e il 4-2-3-1 restano le soluzioni più attendibili.