Juve sconfitta al Gamper, ma il Barcellona ha servito un assist ad Allegri

Allegri Juventus
Allegri (Getty Images)

Un vero e proprio indizio di mercato è emerso dal ‘Trofeo Gamper’, durante la sfida che ha visto di fronte Juventus e Barcellona.

Un ‘Trofeo Gamper‘ non particolarmente esaltante per la Juventus. Una sconfitta rumorosa, in questa fase precampionato di avvicinamento alla nuova stagione. Si è imposto un Barcellona carico di emotività, nel primo match senza la sua stella Leo Messi. L’argentino, infatti, ha annunciato l’addio e proprio nel giorno della conferenza stampa in cui ha salutato il club, i tifosi ed i suoi ex compagni, è arrivata la vittoria contro una squadra importante come la Juventus.

Un sonoro 3-0 che ha sollevato anche tanti spunti di riflessione per l’allenatore Max Allegri. Di fatto, quella contro il Barcellona ha rappresentato la prima uscita molto importante, dopo quelle vincenti contro Monza e Cesena. I bianconeri hanno mostrato di avere ancora diverse problematiche da risolvere, e servono dei tasselli per completare la rosa a disposizione dell’allenatore toscano.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Pjanic si allena col Barcellona
Miralem Pjanic, Barcellona (Getty Images)

Juve, dal ‘Trofeo Gamper’ un segnale per Allegri

Note negative, certo, sono emerse dalla sfida contro la squadra catalana. Tutti elementi che fanno pensare che da qui alla prima partita di campionato servirà duro lavoro ma soprattutto sarà necessario ritrovarsi fin fa subito attorno a quei dettami che Allegri vuol vedere svilupparsi sul rettangolo di gioco.

LEGGI ANCHE >>> Napoli, Spalletti ha risolto un’altra grana: il messaggio è per De Laurentiis

Ma proprio dal Gamper arriva un altro segnale, molto diverso da quelli tattici citati poc’anzi. C’è il mercato, quello non dorme mai, e cosi un aspetto non è sfuggito agli occhi di tifosi ed addetti ai lavori: Miralem Pjanic non ha preso parte alla partita. Il giocatore bosniaco, infatti, è rimasto in panchina per tutto il match, mostrandosi anche accigliato.

Insomma, una dimostrazione che chiarisce (ovemai ce ne fosse ancora bisogno) quando Pjanic non rientri nei piani di Koeman. Per la gioia proprio della Juventus, che sta monitorando costantemente la situazione del suo ex centrocampista. Un ritorno di Pjanic a Torino sarebbe un aspetto importante per tutto l’ambiente, per Allegri e per lo stesso giocatore, che ad oggi ha grande voglia di rivalsa. Un segnale, un assist per il tecnico toscano che adesso può davvero sperare di poter riabbracciare il suo centrocampista.