Di Maria sorprende: un italiano più forte di Cristiano Ronaldo

Angel Di Maria festeggia con l'Argentina
Angel Di Maria, Argentina (Getty Images)

Interessanti dichiarazioni di Angel Di Maria, attaccante del PSG, sull’arrivo in squadra di Messi, ma anche sull’amico Cristiano Ronaldo e il Real Madrid di Florentino Perez.

Sorride da un orecchio all’altro Angel Di Maria che può contare nel suo PSG anche l’amico del cuore, Leo Messi, con il quale finalmente condivide lo spogliatoio di un club e non soltanto quello della Nazionale argentina. D’altronde, come racconta a ‘Libero’, programma dell’emittente ‘TyC Sports’, per El Fideo si tratta del numero uno al mondo: “Nella top 5 dei più forti con cui ho giocato, il primo è lui. Il secondo è Verratti, per me è il top del top“. Un italiano, che orgoglio… ma Di Maria non dimentica CR7 e il Real Madrid.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

PSG, Di Maria tra Messi, Cristiano e la frecciatina a Florentino Perez

Di Maria, vincitore della Copa America con l'Argentina
Angel Di Maria, Argentina (Getty Images)

Durante l’intervista, l’attaccante racconta del Cristiano Ronaldo che pochi conoscono: “Con me è sempre stato un fenomeno. Quello che si vede in campo, è in campo. Dopodiché, è uno di noi, un ragazzo qualsiasi. Ricordo un compleanno quando ero al Real agli inizi. Invitai Pepe, Marcelo che stanno sempre con lui, e quindi invitai anche CR7, pensando che non sarebbe venuto. Lui invece mi mandò un messaggio e mi disse di sì. Arrivò a casa e si sedette fuori con i miei amici a prendere una birra, tranquillo come niente fosse. Mi sorprese molto”.

LEGGI ANCHE >>> “Una squadra distrutta”: la dura contestazione che sorprende la Juventus

Sul rapporto con il campione portoghese ricorda anche: “Cristiano Ronaldo, Sergio Ramos e Iker Casillas fecero di tutto per farmi restare al Real Madrid, litigarono affinché restassi ma è difficile contro il ‘chiquitito’ (piccolino, ndr) che gestisce il Real. Sarò sempre grato a loro. Florentino Perez, invece, è un fenomeno per gli affari, perché vende calciatori che per me non valgono quanto chiede. Lui li vende ugualmente, guadagnando una fortuna. E poi prende calciatori e li vende come niente fosse”. Insomma, Florentino è un furbetto secondo Di Maria, che svela anche un piccolo retroscena: “Per me è un onore e un orgoglio tutto ciò che è accaduto nella mia carriera, anche per i compagni che ho avuto. Mi mancava la ciliegina sulla torta, ovvero giocare con Leo in un club. In alcuni momenti ho avuto diverse occasioni per andare al Barcellona, sono molto felice, vedere tutti i giorni ciò che fa. Siamo i primi ad arrivare in allenamento, sempre. Io qualche minuto prima e poi Leo, che comincia a preparare il mate”.