Napoli a valanga sulla Sampdoria: azzurri ancora capolisti in solitaria

Fabian e Osimhen esultano in Sampdoria-Napoli
Fabian e Osimhen, Sampdoria-Napoli (Getty Images)

Il Napoli batte la Sampdoria e conquista 5/5 vittorie in campionato, tornando primo in solitaria in classifica. Di seguito la sintesi del match.

Gli azzurri di Luciano Spalletti sono ospiti della Sampdoria a Marassi per il 5° turno di campionato. Una prova superata a pieni voti, nonostante i blucerchiati mantengano la testa alta per 90′ e non smettano di provarci. Troppo più in forma gli azzurri, che s’impongono con un poker.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Sampdoria-Napoli 0-4, la sintesi del match di Serie A

Lozano, Insigne e Osimhen esultano in Sampdoria-Napoli
Lozano, Osimhen e Insigne, Sampdoria-Napoli (Getty Images)

Il primo tempo della sfida comincia con l’incredibile occasione per Osimhen, che viene servito in contropiede da Insigne. È da solo verso la porta e percorre tutto il campo, ma si divora la chance tirando troppo centralmente. Audero para. Bastano però pochi minuti, ovvero tre, affinché il nigeriano possa segnare: Adrien Silva sbaglia a metà campo e intercetta Osimhen, che serve Insigne dall’altra parte. Il capitano la mette sul secondo palo e sotto porta il nigeriano insacca. Quando l’estremo difensore della Samp la tocca, ormai è già dentro. La Sampdoria si vede al 13’ con un’incursione di Quagliarella che obbliga Koulibaly a deviare in corner, ma lo schema blucerchiato non funziona. Grande opportunità ancora per la Sampdoria al 18’ con un pallone di Caputo che serve da dentro area Adrien Silva. Ospina si supera e devia in angolo. Un corner che obbliga ancora il colombiano agli straordinari su tiro di Yoshida. Dopo venti minuti il Napoli s’illude per un’ulteriore rete di Osimhen, ma si alza la bandierina del fuorigioco. Si opacizzano leggermente i ritmi, tuttavia gli azzurri sono al controllo e più volte impensieriscono la Sampdoria con le idee di Lozano e Insigne. Al 35’ doppia occasione per la Sampdoria prima con Caputo, che ci prova di rovesciata, e poi con Candreva che tenta ma non centra lo specchio della porta su rilancio. Al 39’ il mancino di Fabian Ruiz è folgorante: Lozano punta Augello e mette palla al centro, Insigne riceve e scarica per il centrocampista spagnolo. Niente da fare per Audero. Si conclude così la prima frazione di gioco.

LEGGI ANCHE >>> DAZN nel caos: annunciato un nuovo ‘rimborso’ per gli abbonati

Il secondo tempo

Il secondo tempo parte lento perché Rrahmani chiede il cambio, dopo una botta subita alla testa durante uno scontro di gioco, e in campo c’è spazio per Manolas. Doppietta di Osimhen al 50’: Anguissa da fuori area serve Lozano, che fa assist per il piattone vincente del nigeriano. Azione da applausi. Quella della squadra di D’Aversa diventa una resa al Napoli. Anguissa recupera ancora una volta un grande pallone al limite dell’area e serve Lozano sulla destra. Azione fotocopia del gol precedente: il Chucky serve Zielinski, che non sbaglia il tiro. Audero battuto nuovamente. Al 60’ reazione della Samp con Candreva, che duetta nell’uno contro uno con Mario Rui e tenta la conclusione di tiro a giro. Nulla di fatto. Al 72′ Candreva segnerebbe il gol della bandiera, ma la posizione di Caputo, che serve il compagno di squadra, è irregolare. L’ultima chance è per Ounas all’85’ che incrocia ma non trova la porta. Si conclude così l’esaltante match per la squadra di Spalletti.

La classifica

Napoli 15, Inter 13, Milan 13, Atalanta 10, Roma 9*, Fiorentina 9, Lazio 8, Bologna 8, Torino 7, Udinese 7*, Empoli 6, Juventus 5, Sampdoria 5, Sassuolo 4, Verona 4, Genoa 4, Spezia 4, Venezia 3, Cagliari 2, Salernitana 1

*una partita in meno