Le parole del presidente Scaroni che sconfessano Donnarumma

Donnarumma si riscalda
Donnarumma (Getty Images)

Paolo Scaroni, presidente del Milan, ha rilasciato alcune dichiarazioni dove ha parlato anche di Donnarumma.

L’Italia sfiderà la Spagna al Meazza nella semifinale di Nations League, mentre l’altra semifinale tra Belgio e Francia si disputerà domani sera all’Allianz Stadium di Torino. I giorni precedenti alla gara contro gli iberici sono stati contraddistinti dal ritorno di Donnarumma a San Siro.

Il portiere del PSG ha espresso la speranza di non essere fischiato anche se è apparso uno striscione di contestazione della Curva Sud del Milan su un ponte vicino all’albergo milanese che ospita la Nazionale di Mancini. Paolo Scaroni, presidente del club rossonero, a ‘Radio24’, si è soffermato sull’estremo difensore:

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Scaroni pensieroso
Scaroni (Gett Images)

Milan, Scaroni: “Non tratteniamo giocatori che chiedono cifre che non possiamo permetterci”

Donnarumma è un grande portiere che ha dato un importantissimo contributo al Milan. Ha deciso di proseguire la sua carriera con una scelta coraggiosa. Gli auguro il meglio e spero che non venga fischiato dal pubblico”. Scaroni ha parlato anche della strategia che il Milan sta seguendo in sede di calciomercato:

LEGGI ANCHE >>> Milan, dopo il danno anche la beffa: la decisione ufficiale della Uefa

“Son d’accorso sul sostituire un giocatore che richiede cifre che non possiamo elargire. Bisogna farlo prontamente e con anticipo. Come è  successo con Maignan che è venuto al posto di Donnarumma“. Queste parle del patron meneghino sconfessano le dichiarazioni del portiere che al momento della sua presentazioene con il PSG disse: “Io e il Milan avevamo ambizioni differenti“.