Milan-Juve, che tegola per i rossoneri: mani nei capelli per Pioli

Brutte notizie per il Milan: al 27′, Pioli costretto a fare a meno del big per un problema muscolare. Mani nei capelli per i rossoneri

Il periodo è delicato: il Napoli spinge alle spalle e l’Inter non vuole saperne di rallentare. E adesso, anche la Juventus vuole iscriversi alla corsa per le prime posizioni della classifica, di fianco all’Atalanta sempre pericolosa.

Pioli in panchina
Pioli (LaPresse)

Lo sa bene il Milan, che nello scontro diretto contro i bianconeri, stasera, si sta giocando qualcosina in più dei semplici tre punti. Anche perché i lombardi sono già falcidiati dalle assenze e una vittoria adesso varrebbe doppio per la classifica e per il morale dei rossoneri.

Morale che, però, potrebbe subire l’ennesimo colpo della stagione. Dopo gli infortuni di Kjaer TomoriStefano Pioli è stato costretto a fare a meno di un altro big: al 27′ Zlatan Ibrahimovic ha alzato bandiera bianca e lasciato la gara di San Siro.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Ibrahimovic perplesso
Ibrahimovic (LaPresse)

LEGGI ANCHE >>> Juventus, doccia fredda per Allegri: la notizia gela i bianconeri

Milan-Juventus, tegola Ibrahimovic: Pioli tiene il fiato sospreso

Brutte notizie, dunque, per il Milan. Al 27′, lo svedese ha lasciato campo a Olivier Giroud, dopo aver accusato un problema muscolare. Come raccontato dal bordocampista di DAZN, Tommaso Turci, Ibrahimovic stava mostrando fastidi e smorfie di dolore già da qualche minuto anteriore all’infortunio.

Uscito senza battere ciglio, l’ex Paris Saint-Germain e Manchester United si è avviato alla panchina sulle proprie gambe, ma mostrando una camminata claudicante che ha preoccupato San Siro Stefano Pioli.

Per Ibrahimovic si sospetta un problema al polpaccio destro o al tendine: nel secondo caso, l’infortunio sarebbe molto più grave e complicherebbe la presenza dello svedese per il Derby del 6 gennaio. Nelle prossime ore verranno effettuati ulteriori accertamenti per stabilire la natura del problema.