Genoa-Milan anticipata alle 15 del 21 gennaio: cambia anche Juve-Chievo

Genoa Milan anticipataGENOA MILAN ANTICIPATA – Su disposizione dell’Osservatorio sulle manifestazioni Sportive del Ministero dell’Interno, la partita Genoa-Milan, valida per la ventesima giornata del campionato di serie A si disputerà alle ore 15 del 21 gennaio prossimo, anziché alle 21.00.

->Leggi anche Serie A, Salvini: “I teppisti sono seimila, restituiamo il calcio ai tifosi”

Genoa Milan anticipata, l’auspicio del Ministro

Qualche giorno fa era stato il ministro Salvini ad auspicare questo provvedimento. “Tra la tifoseria genoana e quella milanista i rapporti non sono sereni e dunque preferirei che quella partita si giocasse alla luce del sole”, aveva detto. Il 29 gennaio di 24 anni fa fu assassinato Vincenzo Spagnolo, tifoso genoano accoltellato a morte da Simone Barbaglia, ultrà milanista, a seguito di uno scontro tra tifoserie avvenuto, secondo le ricostruzioni, alle 13.45 all’altezza di Marassi. Cambia di orario anche la partita Juventus-Chievo, che si giocherà alle 20.30 dello stesso giorno, anziché alle 19.

-> Leggi anche Highlights Serie A Milan-Genoa 2-1. Video Gol, pagelle e tabellino del match

Rischi troppo alti

Alla fine vince l’estrema prudenza predicata dal ministro dell’Interno. Troppo alti per il Viminale i rischi di scontri tra due tifoserie storicamente rivali nel caso il match si fosse disputato in orario serale. Per anni la partita si è disputata senza la presenza dei tifosi ospiti, sia a Genova che a Milano. L’ordine pubblico prevale ma la decisione è destinata a scatenare le reazioni dei tifosi, degli abitanti del quartiere di Marassi e dei commercianti costretti a convivere con lo stadio nel cuore della città. Contro la decisione, che si circolava come ipotesi già da qualche giorno, si è espresso sui social network anche Luca Bizzarri, comico di fede genoana e presidente della Fondazione cultura di Palazzo Ducale: “Sento parlare di partite di giorno per evitare gli scontri– scrive su Twitter- Vincenzo Spagnolo fu assassinato il pomeriggio del 29 gennaio. Dopo venticinque anni di parole siamo allo stesso punto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *