Spal-Roma, conferenza Ranieri: “In dubbio Zaniolo e Kolarov”

Spal Roma conferenza Ranieri
AS Roma Italian coach Claudio Ranieri attends the Italian Serie A football match AS Roma vs Empoli, on March 11, 2019 at the Olympic stadium in Rome. (Photo by Andreas SOLARO / AFP) (Photo credit should read ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

SPAL ROMA CONFERENZA RANIERI – Dopo il debutto nel match di lunedì con l’Empoli, e qualche allenamento in più nella gambe, e soprattutto sulla testa, dei calciatori giallorossi è già tempo di tornare in campo. Sabato la Roma di Ranieri è attesa al Paolo Mazza di Ferrara per un delicato match: Spal-Roma. Gli estensi in piena corsa salvezza i giallorossi per la rincorsa alla zona Champions. Stamattina, eccezionalmente di giovedì, il neo tecnico della Roma ha parlato in conferenza stampa ecco cosa ha detto.

– > Leggi anche: Pagelle Roma-Empoli 2-1, highlights e tabellino del match – VIDEO

Spal Roma conferenza Ranieri

“La squadra – ha esordito Ranieri – ha risposto sufficientemente bene alle prime cose che gli avevo chiesto, so che in questo momento non posso chiedere molto di più perché sono abituati a giocare una determinata maniera, cambiando è chiaro che non tutto viene fatto come io vorrei. Vedo però disponibilità e predisposizione a fare quello che io chiedo”. “Non contano i sistemi di gioco – ha proseguito Sir Claudio -, l’importante è che si riconoscono nelle posizioni e fare il meglio. Poi il sistema di gioco non è molto importante. La cosa importante è che la squadra sia compatta e abbia equilibrio”.

Le scelte di formazione

“Kolarov e Zaniolo a oggi non si sono allenati – ha detto Ranieri – con me e giocatori che non si allenano mi lasciano in dubbio se utilizzarli o so che anche se saltano 3 giorni di allenamento non succede nulla, devo valutare. Per quanto riguarda Santon o Karsdorp a destra può essere una buona idea, ma prima devo capire se Kolarov è disponibile. Fazio è un pezzo da 90, ci sta che una parte di campionato abbia dei momenti no. E’ un giocatore importante e intelligente, sa leggere bene l’azione, sono convinto che può far bene con me. Dovrebbe stare bene, ieri si è allenato e oggi si allena. A sinistra potrebbe esserci anche Juan Jesus che ha giocato come esterno sinistro, se non ricordo male all’Inter gli ho fatto fare una partita da esterno sinistro, quindi potrebbe essere anche lui l’uomo indicato sulla sinistra”. Una battuta infine su Giuliano Taccola centravanti giallorosso degli anni 60 morto il 16 marzo del 1969 e che proprio alla Spal segnò uno dei gol più belli della sua breve carriera. “Volevo dire che sabato con la Spal ricorderemo Taccola morto nel ’69. Oltre ad essere stato tifoso io entrai nella Roma ed è una figura che è sempre stato nel mio cuore. Mi colpì molto”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *