Serie A, Gravina rivela: “Si riparte il 3 maggio. Possibile tagli degli stipendi”

(Photo by Valerio Pennicino/Getty Images )

SERIE A- Campionato ancora scosso dalle ultime notizie e dalle recenti positività di alcuni giocatori della Sampdoria, Fiorentina e secondo caso in casa Juve con positività di Matuidi.

Intervistato a “Radio 24″, Gravina ha così ammesso: “Abbiamo ipotizzato la partenza della Serie A per il 3 di maggio, per finire il 30 giugno. La partenza più ottimistica è quella del 14 aprile, la seconda è ai primi di maggio, l’ultima al 13 di giugno. Nella malaugurata ipotesi non dovessimo riuscire a finire entro fine giugno, chiederemo a Governo, Uefa e Fifa la possibilità di sforare 10-15 giorni nel mese di luglio”.

Leggi anche: Juventus, primi tamponi dopo caso Rugani: positivo anche Matuidi

Serie A, si riparte a maggio: finale Champions il 27 giugno

Come accennato, il campionato potrebbe riprendere tra il 3 o 9 maggio, e concludersi a fine giugno con la finale di Europa League fissata per il 24 giugno e la finale di Champions fissata per il 27 giugno.

Gravina ha poi aggiunto: “E’ un momento di riflessione e su questo stiamo predisponendo una serie di richieste. Chiederemo una sorta di riconoscimento di forza maggiore per fare in modo che possa esserci la possibilità di rinegoziare anche al nostro interno alcuni contratti di mutualità. Il nostro mondo deve dare un segnale di autosostentamento e solidarietà interna. La Uefa sta organizzando un gruppo di lavoro per valutare l’impatto economico. Oggi dobbiamo recuperare un po’ di lucidità e tentare di maniera decisa su una diversa ipotesi di calendario. Se riparte il campionato italiano ripartono entusiasmo e speranza di tanti italiani che aspettano qualche sprazzo di luce”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *